ESCLUSIVA TBW – Marazzina: “Destro in nazionale? Basta poco per essere convocato..”

ESCLUSIVA TBW – Marazzina: “Destro in nazionale? Basta poco per essere convocato..”

L’ex attaccante rossoblu Massimo Marazzina, intervistato in esclusiva da TuttoBolognaWeb, ha parlato del momento dell’attacco rossoblu, a secco da tre partite e ha raccontato le sue impressioni sulla sfida di sabato prossimo con l’Inter.

di Jacopo Biondini

In esclusiva per TuttoBolognaWeb è intervenuto Massimo Marazzina. L’ex rossoblù in primis ha parlato di un attacco che nelle ultime giornate sembra essersi bloccato, di Destro e della Nazionale, ma anche degli obiettivi stagionali della squadra di Donadoni e della sfida di sabato prossimo contro l’Inter.

Il Bologna ha segnato solo due reti nelle ultime sei partite, l’ultimo gol risale alla vittoria contro l’Udinese. La fase offensiva dei rossoblu sta attraversando una fase di calo, quali sono secondo lei le cause?

Non ci sono cause, è un momento, prima stavano segnando mentre adesso la palla non entra: agli attaccanti succede spesso. Probabilmente anche il fatto che la salvezza è ormai acquisita magari ha portato i giocatori inconsciamente a rilassarsi. Per Destro la concorrenza in chiave nazionale non è agguerrita, basta fare poco per essere convocati. Poi conta anche l’apporto della squadra, se gioca bene ti permette di tirare più volte in porta, magari in questo periodo stanno arrivando meno suggerimenti per gli attaccanti. Forse i giocatori dopo aver fatto una buonissima rincorsa, ora che sono in una posizione di classifica più tranquilla si sono un po’ rilassati.”

Dopo la vittoria contro il Milan, il Sassuolo ha preso il largo e si trova a +8 dal Bologna. L’obiettivo dei rossoblu è quindi l’ottavo posto, occupato dalla Lazio con due lunghezze di vantaggio. La squadra di Donadoni può raggiungere i biancocelesti?

“Bisogna porsi degli obiettivi al di là che siano raggiungibili o meno. È giusto fissarsi degli obiettivi così puoi giocare con uno scopo, per migliorare, perchè se giochi tanto per giocare rischi di rovinare quello di buono fatto fin qui.”

Per la prossima stagione il sogno si chiama Europa. Cosa serve a questo Bologna per fare il definitivo salto di qualità e puntare concretamente a una qualificazione per le coppe europee?

“La squadra è buona, basta poco: con due tre innesti, uno per reparto, si può fare il salto di qualità. Anno prossimo si deve alzare l’asticella, anche la gente a Bologna è molto esigente ed è giusto cosi, ci vogliono programmi e con una società così ambiziosa è doveroso puntare almeno alla parte sinistra della classifica.”

Sabato sera ci sarà la prestigiosa sfida a San Siro contro l’Inter di Mancini, cosa si aspetta da questa gara?

“La partita con l’Inter la vedo bene, il Bologna è salvo e può giocare in maniera spensierata, non nel senso che il risultato non conta, ma senza fare tatticismi o barricate. I rossoblu andranno a giocarsi la partita perchè le qualità le hanno e l’Inter non è questo grande squadrone. Il Bologna può e deve pensare di mettere in difficoltà i nerazzurri, non bisogna partire pensando di essere già battuti.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy