ESCL. Verni (Felsina Calcio): “Ridiamo vita al Premio Bulgarelli, appuntamento il 27 maggio”

ESCL. Verni (Felsina Calcio): “Ridiamo vita al Premio Bulgarelli, appuntamento il 27 maggio”

Il presidente di Felsina Calcio illustra i passi che hanno ridato vita al Premio Bulgarelli, oltre ai tanti appuntamenti in calendario ad aprile

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi
Aprile e maggio ricchi di appuntamenti grazie al Felsina Calcio, con il grande ritorno del Premio Bulgarelli fortemente voluto dalla società, da Fabio Capello e da Luigi Colombo, amici storici della bandiera rossoblù. L’ex allenatore di Roma, Juve e Real Madrid è uno dei tanti personaggi che in questi mesi hanno sposato la causa del Felsina Calcio, ovvero un progetto di calcio etico che utilizza lo sport come strumento di educazione per i giovani. Per spiegarci meglio i grandi appuntamenti in agenda tra aprile e maggio abbiamo contattato il presidente di Felsina Calcio Alberto Verni.
Signor Verni, torna il Felsina Incontra, e ancora con un ospite d’eccezione.
“Sì, il primo aprile saremo ancora a Palazzo De’ Toschi per il ‘Felsina Incontra’, la serata si chiamerà ‘Dall’oratorio alla Champions’ e racconteremo la storia di un grande campione che ha avuto successo in campo ma anche nella vita con forti valori etici e umani. Sto parlando di Alessandro Costacurta”.
Prosegue ancora la collaborazione con Sky Sport e con i vostri partner.
“Assolutamente, ringraziamo sentitamente Sky per la partnership, siamo onorati del loro appoggio e la serata del primo aprile sarà moderata da Matteo Marani. Siamo molto felici di avere come partner dell’evento, Banca di Bologna (che ci ospiterà nei suoi local), Gruppo Hera, My Glass, Penske, Nolo Party e Azimut”.
Felsina Incontra anche come veicolo per lanciare un’altra grande iniziativa giusto?
Esatto, sarà l’occasione per lanciare la Felsina Cup nella sua prima edizione, un torneo giovanile riservato ai nati nel 2006 e che vedrà al via 32 squadre, tra cui Juve, Roma, Lazio, Torino, Bologna, Hertha Berlino, Sporting Lisbona e Monaco 1860. Teniamo molto a questo evento che ci permetterà di assegnare borse di studio ai ragazzini più meritevoli perché, come sempre, il nostro progetto prevede la visione dello sport come strumento educativo. Ci teniamo a ringraziare I Consulting che sarà main Sponsor della manifestazione”.
Non solo, Felsina Incontra e Felsina Cup, ma anche il grande ritorno del Premio Bulgarelli.
“Avevamo promesso alla famiglia e alla città di riportare a Bologna il Premio Bulgarelli e oggi possiamo dire che la promessa è stata mantenuta. Avremo Fabio Capello, presidente di giuria, Luigi Colombo, amico e collega di Bulgarelli in anni di telecronaca, e molto probabilmente la presenza di un grande del calcio italiano, ora dirigente di un importante club di Serie A. E’ stata importante anche la collaborazione con l’Associazione Italiana Calciatori che ringraziamo per l’occasione, così come tutti gli sponsor che ci supportano, a partire da quello tecnico che è Macron, il media partner che è Sky Sport e, infine, De Paz”.
Ma il vostro progetto continua a espandersi e potrebbe trovare un terreno comune con la Virtus Tennis, di recente acquistata dall’imprenditore Simone Fiocchi.
“Simone è socio fondatore di I Consulting ed è molto vicino ai valori di Felsina, la sua idea è realizzare in Virtus un progetto sportivo ed educativo molto convergente con il nostro. Ha dichiarato pubblicamente di seguire i progetti di Felsina Calcio condividendone i valori etici, per cui ciò che è accaduto in Virtus può portare allo sviluppo di idee comuni e convergenti. Stiamo studiando come poter assemblare un progetto insieme”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy