ESCL. TBW – Capello: “Quanto ci manca Bulgarelli…Il Bfc di Inzaghi? Si salverà”

ESCL. TBW – Capello: “Quanto ci manca Bulgarelli…Il Bfc di Inzaghi? Si salverà”

Il talent e opinionista di Sky Sport ai nostri microfoni si è espresso sull’amico Bulgarelli e sul Bologna, dando anche un suo parere sul turno di Champions che attende le italiane

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Fabio Capello, ospite d’eccezione al Felsina Calcio – stasera il ‘Felsina incontra’ con Matteo Marani, Sabrina Orlandi, Claudio Fenucci, Pippo Inzaghi e proprio Capello – si è concesso ai nostri microfoni per un breve pensiero su Giacomo Bulgarelli, che qualche giorno fa avrebbe compiuto gli anni, sull’importanza di coniugare calcio e scuola per i giovani ragazzini e sul momento del Bologna. Il talent di Sky Sport ha ricordato con emozione il grande amico Giacomo, suo compagno e avversario di mille battaglie, ed espresso il suo competente parere sul Bfc di Inzaghi.

Capello, siamo ospiti del Felsina, che nei giorni scorsi ha ricordato la memoria di Bulgarelli con tante importanti iniziative, ma quanto manca ‘Giacomino’ al mondo del calcio?

“Personaggi di questo spessore mancano e mancheranno sempre, la competenza e il coinvolgimento che aveva Giacomo in tutto quello che faceva era di grande livello e essere a contatto con persone di questo tipo è sempre importante. Non avere questa possibilità è chiaramente una perdita”.

Il suo legame con Giacomo era molto forte…

Abbiamo cominciato a lavorare assieme in televisione, e prima ovviamente ci sono state tante sfide con diverse maglie sul campo da gioco: per me è stato un personaggio molto importante perché riusciva con la sua allegria a trasmetterti sempre qualcosa”.

Passiamo al Felsina Calcio, realtà nuova del circondario bolognese che ha messo al primo posto la crescita calcistica dei ragazzini ma anche quella umana e scolastica. Quali sono le sue sensazioni?

“Io ne so qualcosa perché quando ho cominciato a giocare a 15 anni ero l’unico che studiava, gli altri pensavano solo ad allenarsi. Bisogna assolutamente fare in modo che i ragazzi studino e allo stesso tempo si divertano a giocare a calcio. Poi se saranno bravi diventeranno ottimi calciatori e faranno la loro carriera, altrimenti avranno comunque un futuro in altri settori per aver studiato quando c’era da studiare”.

Ci troviamo a Bologna, inevitabile chiederle un commento sui rossoblù. La squadra ha cominciato a rilento poi lentamente si è un po’ ripresa, ma rimane ancora sul fondo: la salvezza può essere a rischio?

“No. Anche se il Bologna è partito in ritardo le potenzialità per salvarsi ci sono. Ho visto la partita di ieri, la squadra si è espressa bene ma c’è stata anche una dose di sfortuna. Come sempre nel calcio quando hai le occasioni per raddoppiare e non le sfrutti poi paghi dazio”.

A guidare dalla panchina Pippo Inzaghi. Il suo pensiero sul Superpippo allenatore?

Ho avuto un incontro con lui a Dubai, abbiamo parlato di calcio e mi ha fatto molte domande in base alla mia esperienza. Io ho cercato di dargli dei consigli e trasmettergli qualcosa e lui è sempre molto attento e interessato a tutto. Non è di certo uno che si adagia”.

Sempre Capello ha voluto dire la sua sul turno  che attende le italiane in Champions. Partendo dalla squadra nerazzurra.

“L’Inter può giocare alla pari con il Barcellona. Sono curioso di vedere se col pressing degli uomini di Spalletti il Barça riuscirà a fare il suo solito gioco. I nerazzurri sono in una condizione psicologica ottimale ma di fronte avranno una super squadra”. L’Inter ha fatto un bel salto in avanti ed è più consapevole della sua forza”.

Ha concluso con una battuta ai microfoni di Sky Sport anche su Napoli, Juventus e Roma.

 “Il Napoli ha cambiato sistema di gioco e con Ancelotti ha trovato più coscienza del suo potenziale, anche a livello europeo. La Juve in Champions ha mostrato tutto il suo valore. In campionato gioca con il freno a mano tirato, perché può vincere in qualsiasi momento. La Champions è il vero obiettivo dei bianconeri. La Roma? In campionato ha commesso qualche passo falso, speriamo che in Europa possa ripetere quanto di buono ha fatto vedere la scorsa stagione”, ha aggiunto l’ex tecnico di Milan, Juve e Roma

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy