Destro non si tocca: nessuna nuova strategia di mercato

Destro non si tocca: nessuna nuova strategia di mercato

E’ lui l’attaccante su cui il Bologna ha deciso di puntare, continuerà ad essere titolare: riflessione sul suo vice

Bologna e Destro, si continua così. Il numero dieci rossoblù sarà indiscutibilmente l’attaccante titolare del Bologna nel girone di ritorno. Nessuna prima punta potenzialmente titolare arriverà dal mercato. Destro è l’investimento più oneroso della gestione Saputo e il Bologna non vuole fargli ombra anche e soprattutto per non far perdere valore ad un attaccante di talento.

Il ruolo di prima punta titolare nel 4-3-3 sarà suo, nessuno lo ostacolerà, nonostante le recenti difficoltà realizzative. Destro è a secco da quattro partite, con Donadoni mai era giunto un periodo di digiuno così lungo. Fino adesso, in una stagione e mezzo, Destro ha segnato 12 reti, ma il Bologna si aspettava un rendimento costante da doppia cifra tanto che è previsto un bonus alla Roma in caso di 30 gol raggiunti al termine delle tre stagioni al Bologna. Quindi 10 a stagione. Proprio perché Destro, in totale, potrebbe costare anche più di 11 milioni di euro, il Bologna ha deciso senza mezzi termini di puntare su di lui. Inutile spendere altri soldi per una punta da doppia cifra quando i dirigenti del Bologna, quella punta, pensano di averla già presa. La riflessione invece verrà fatta sul ruolo di vice. L’incognita è relativa a Umar Sadiq e alla sua caviglia, un tormento che si trascina dietro fin da agosto e che potrebbe prolungarsi più del dovuto. Anche su Floccari verrà fatta una riflessione, perché per acquistare il Bologna ha bisogno di liberare un posto in lista. Ecco allora che la situazione si può riassumere così: Destro è intoccabile, i suoi vice probabilmente no.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy