Con Mattiello mercato finito? Non proprio…

Con Mattiello mercato finito? Non proprio…

L’arrivo di Mattiello non chiude definitivamente il mercato del Bologna

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Non è per forza detto che l’arrivo di Federico Mattiello chiuda il mercato in entrata del Bologna.

Sicuramente, per almeno 10 giorni difficilmente ci saranno operazioni in entrata, ma sarà il periodo che servirà ad Inzaghi per trarre le valutazioni definitive in ottica stagione 2018/2019. Il tecnico innanzitutto comincerà a tarare la difesa con l’aggiunta di Gonzalez, rientrato dalle vacanze, a cui farà seguito anche lo svedese Helander. Con la retroguardia al completo il tecnico valuterà la necessità di ulteriori interventi. Ad ogni modo, indipendentemente da tutto, Inzaghi aveva già espresso una preferenza verso Lorenzo Tonelli, su cui però aleggiano dubbi sulla tenuta fisica del tendine di un ginocchio e per questo pista poco percorribile a meno di determinate garanzie. La richiesta di Tonelli, implicitamente, può confermare la possibile ulteriore esigenza di Inzaghi di ritornare sul mercato in difesa. Ma non in tempi brevi. Da valutare anche il comparto degli esterni. A destra è arrivato Mattiello, ma come vice al momento ci sono Rizzo e Krafth, due che potrebbero anche scegliere di lasciare il rossoblù con la prospettiva di uno scarso minutaggio. In quel caso andrà fatto un altro intervento, se si considera l’arretramento di Mbaye nei tre dietro. A sinistra, invece, la coppia è composta dall’olandese Dijks, che ancora fatica con l’italiano, e dal ceco Krejci, che difensore non è. Se Inzaghi non trovasse le adeguate garanzie, Mattiello potrebbe spostarsi a sinistra, lasciando comunque un buco a destra da colmare. Il nome di Sala, e perché no quello ancora di Rispoli, possono fare comodo. E in attacco? Il reparto è al completo, ulteriori interventi solo se partisse Mattia Destro. In sintesi, il mercato potrebbe non essere affatto chiuso.

m.m.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy