Mettiamo ordine: tutte le trattative (e i sogni) in entrata e uscita del Bologna F.C

Mettiamo ordine: tutte le trattative (e i sogni) in entrata e uscita del Bologna F.C

Rumors di mercato, interessamenti o veri e propri negoziati tra le società?
In questo editoriale la situazione su ogni possibile colpo in casa Rossoblù.

I frutti non sono ancora maturi, siamo ovviamente alle prime battute di questo Calciomercato; e come sappiamo, la nostra squadra del cuore negli anni ci ha abituato ad aspettare e ad attendere pazientemente le prime luci di metà agosto per vedere qualche nuovo giocatore allenarsi a Casteldebole.

L’anno scorso il buon Corvino aveva chiuso il calciomercato con la bellezza di più di 40 trattative concluse (tra entrate e uscite).
I colpi di maggiore effetto, anche in quel caso, erano arrivati nella fase finale dell’estate (tra l’arrivo in stazione di Destro e gli acquisti last minute di Giaccherini e Mounier).

Quando inizia il calciomercato ovviamente i tifosi si sentono in prima persona chiamati in causa; se durante l’anno erano stati tutti a bordo campo, con giacca e cravatta ad impersonare mister Donadoni, ora si sono trasferiti ai piani alti, negli uffici dirigenziali, nei panni di Bigon.
Questo è l’effetto magnetico del calciomercato e la sua essenza di magia sempre in bilico tra il possibile, l’impossibile e il sogno.
Possiamo anzitutto tirare finalmente un sospiro di sollievo, infatti Habemus DS.
La situazione si è finalmente sbloccata; neanche un mese fa, le nostre rivali erano già impegnate a progettare la stagione di Serie A 2016/17 e noi ancora fermi al lodo Corvino e alla caccia del nuovo Direttore Sportivo.

È arrivato Bigon, tra dubbi, incertezze e il rumore di qualche cassetto debitamente richiuso con il nome di Walter Sabatini.
E poi ovviamente il classico occhio su quello che accade in casa Fiorentina e le mosse di mercato di Corvino (per farsi venire quel minimo di gastrite che tanto non guasta mai).
I nomi che si fanno alla Fiorentina per ora rimangono dentro lo spettro di azione classica di Corvino. Giovani e talentuosi prospetti dall’Est Europa (da Marko Rog, alla vecchia conoscenza Marko Pjaca, fino all’ala sinistra Nemanja Mihajlovic – Partizan Belgrado, passando dal talentino portiere classe 97′ Bartlomiej Dragowski – questo un vero proprio colpaccio per gli anni a venire).

Come promesso però, senza dilungarmi oltre, vediamo quello che succede in casa Bologna:

Trattative in uscita

Amadou Diawara: ovviamente tutto quello che sarà il mercato Rossoblù, passerà dalla decisione della società di trattenere o di cedere il giocatore.
Di Vaio ieri sera (ai microfoni de “Pallone nel Sette”) ha ribadito che nessun giocatore è incedibile, ma se le offerte delle altre squadre non saranno all’altezza, si potrà trattenere benissimo il giocatore per un altro anno (qui non si fanno sconti, è finita l’era del vecchio Bologna, o 15 milioni o non vi scomodate neanche a prendere l’aereo con direzione aeroporto Marconi).
La mia posizione sulla cessione del nostro gioiellino, l’ho più volte ribadita sia nei miei editoriali e sia a Radio Nettuno e Nettuno TV: facendo appurate cessioni e prestiti il budget per questo mercato arriverebbe a quasi 13 milioni senza vendere il ragazzo (più qualche finanziamento del nostro imprescindibile Patron – si può fare un ottimo mercato, l’ossatura della squadra è fatta, mancano 3/4 innesti di livello).
Qui riporto il LINK del mio editoriale dove tutto è spiegato nei minimi dettagli (cifre e discussioni) ->
Si può fare mercato trattenendo Diawara? Assolutamente Sì

Si può fare mercato trattenendo Diawara? Assolutamente Sì

Marco Crimi: notizia della giornata. Marco Crimi non è più un giocatore del Bologna, il Carpi ha riscattato l’intero cartellino del giocatore. Un grande in bocca lupo, ad un ragazzo che quando è stato chiamato in causa (poche volte) ha sempre e comunque risposto presente.

Ibrahim Mbaye: sul ragazzo ci sarebbero due squadre tedesche: Wolsburg e Shalke 04.
Come ha più volte ribadito il suo agente, Beppe Accardi, il ragazzo a Bologna si trova bene e a meno di cifre stratosferiche, Mbaye vestirà la maglia Rossoblù fino al termine del suo contratto.

Matteo Mancosu: sarà sicuramente lui il primo partente della gestione Bigon. Il ragazzo ha tanti estimatori in Serie B e sicuramente sarà quella la sua prossima casa.
Su di lui forte il pressing di Novara, Carpi e Crotone.
Recente indiscrezione parla di un rinnovato interesse del Trapani, luogo dove è “diventato grande”. Che sia l’inizio di una trattativa per arrivare all’attaccante seguito dal Bologna, Bruno Petković (classe 94)?
Sicuramente si.

Luca Rossettini: secondo quanto riportato da Sky Sport potrebbe esserci uno scambio tra la società bolognese e quella palermitana.
Giancarlo Gonzalez in Rossoblù e Luca Rossettini in rosanero.
Notizia ancora da verificare.

Matteo Brighi: nella giornata del 19 giugno ci sarebbe stato un contatto esplorativo da parte dei dirigenti del Perugia.
Questo quanto riportato da Vanni Puzzolo, agente del centrocampista del Bologna.

Lorenzo Crisetig: diventato letteralmente un caso, quello dell’ex regista dell’Under 21.
I giornali addirittura titolano “Crisetig prigioniero del Bologna”.
Come sappiamo il ragazzo avrebbe voluto muoversi a gennaio e il Bologna lo avrebbe accontentato, solo che aveva già fatto due passaggi (dal Cagliari all’Inter e dall’Inter al Bologna) e a quel punto sarebbe potuto tornare in prestito solo a una di queste due squadre.
Adesso sappiamo esserci diversi club sul giocatore, vedi il Panathinaikos di Stramaccioni, il Crotone di Ursino e il Cesena che lo vorrebbe al posto del partente Sensi.
La questione è che il Bologna lo ha acquistato in prestito biennale dall’Inter e di conseguenza non può cederlo fino al giugno prossimo.
Crisetig dovrà restare a Bologna a meno che la dirigenza Rossoblù non decida di andare a rivisitare il tesseramento del centrocampista.

Mattia Destro: chiudo con il nostro attaccante, il nostro riferimento in zona offensiva.
Se ne parla molto, molte le squadre sul giocatore, Fiorentina, Napoli (per il dopo Gabbiadini) Lazio ect ect.
Tutte voci, niente di concreto.
Destro rimarrà a Bologna.

Mercato in entrata

ATTACCO
Umar Sadiq:
il ragazzino nigeriano classe 1997, giovane, forte ed esuberante.
Forte fisicamente e dalla grande corsa. Potrebbe essere lui il primo colpo dell’era Bigon.
Potrebbe crescere ed imparare sotto l’ala protettiva del parco attaccanti del Bologna.
Questo giocatore è sicuramente un prospetto davvero interessante.
Potrebbe rientrare nella trattativa con Diawara, la Roma infatti offrirebbe il giocatore più un conguaglio economico di 10-12 milioni.
Sadiq è stato pagato dai giallorossi 2,5 milioni di euro.
Tutto in divenire.

Pepito Rossi: il capitolo sul giocatore non finirà di certo nelle prossime settimane, sarà il termentone dell’estate Rossoblù.
La valutazione sarebbe di 7,5 milioni (un’esagerazione). Le parti però si rincorreranno in settimana.
Sicuramente la Fiorentina scenderà nella valutazione, a 4 milioni l’affare si potrebbe chiudere.

Bruno Petković: nome caldo quello dell’attaccante del Trapani.
Il giocatore potrebbe rientrare (come ho già scritto in precedenza) nella trattativa per portare Mancosu nuovamente a Trapani.
Attenzione all’interesse mostrato da parte della Juventus, comprerebbe il cartellino del giocatore, per poi girarlo in prestito al Crotone.

ESTERNI D’ATTACCO
Nome nuovo di giornata è Mostafa Fathi (classe 1994), infatti nella giornata odierna, il Bologna avrebbe già formulato un’offerta di prestito con obbligo di riscatto per l’esterno offensivo egiziano dello Zamalek: il ragazzo ha già collezionato in carriera 71 gare da professionista ma in questo caso c’è da vincere la resistenza della società proprietaria del cartellino. Stando a quanto affermato dall’agente del giocatore, il club avrebbe risposto chiedendo 4-5 milioni per una cessione a titolo definitivo.

Nomi sempre di attualità sono Biabiany, Federico Di Francesco (21 anni) sicuro partente dalla Virtus Lanciano (retrocessa), Marco D’Alessandro, esterno offensivo in forza all’Atalanta e Caprari (giocatore che difficilmente arriverà, data la voglia della Juventus di tesserarlo).
Il Bologna punta a chiudere il prima possibile Di Francesco, ora salito ai vertici della scala di gradimento di Donadoni.

Nome sempre di grandissimo interesse non solo per il Bologna ma per tutta la Serie A, è sicuramente Emanuele Giaccherini.
Nel precedente editoriale ho manifestato la mia posizione sul trattenere o meno l’esterno offensivo.
Di Vaio ha ribadito che è in continuo contatto con i suoi agenti e con il Sunderland.
Lo stesso giocatore ha ribadito la sua volontà di rimanere.
Questa sarà forse una delle più interessanti telenovela che ci accompagneranno in questa torrida estate.
LINK Editoriale ->
Ag. Giaccherini: “Il ragazzo vale meno di 2mln”. Adesso? Ma non volevano 6mln?

Ag. Giaccherini: “Il ragazzo vale meno di 2mln”. Adesso? Ma non volevano 6mln?


CENTROCAMPO
“Dalla Fiera dell’Est“, Bigon potrebbe portare a Bologna (invece del topolino) due giocatori davvero interessanti.
Uno è Laszlo Kleinheisler, centrocampista classe 1994 del Werder Brema e il secondo (da osservare attentamente in questi Europei con la maglia dell’Ungheria) Dominik Nagy, anche lui centrocampista (classe 1995) del Ferencvaros.
Il Bologna sarebbe in pole position per entrambi.

Sempre per quanto riguardo il centrocampo si fanno moltissimi nomi.
Il primo è quello di Assane Gnoukouri, il Bologna si è incontrato oggi con l’entourage del giocatore per trovare un accordo.
Il centrocampista ivoriano potrebbe arrivare in Emilia in prestito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni.

Nomi sempre di grande attualità sono Cigarini, Valdifiori e Paredes.
La trattativa più facile è quella per Cigarini, per Valdifiori bisognerà battere un’aspra concorrenza e per Paredes è il giocatore adatto (a mio avviso il migliore in circolazione) per rimpiazzare la possibile partenza di Diawara.
Attenzione al ‘asse sempre caldo con l’Hellas Verona per portare in Rossoblù Viviani.
Sempre a centrocampo continua l’interesse del Bologna per Memushaj, ma per ora il Pescara non ha manifestato l’intenzione di cederlo.

CENTROCAMPO (OFFENSIVO)
Per quanto concerne il centrocampo più offensivo, i nomi che ormai circolano da un po’ di tempo sono Ionita che però sembra più vicino ad altre squadre di Serie A (prima tra tutte il Napoli), e la coppia MorosiniRicci (due giocatori che vorrei vedere al più presto vestire la maglia Rossoblù).
Nome che circola nelle ultime ore è l’idea pazza di portare Saponara a Bologna (forse qui siamo nel mondo del Fantamercato, dato che il giocatore ha richieste da grandi club).
Più concreto sembra l’interesse per Bryan Cristante, ex milanista ora in forza al Benfica.

DIFESA
Per la difesa il primo obiettivo è Helander (Verona), un ottimo prospetto a mio avviso. L’alternativa più concreta sembra Blanchard del Frosinone (si punterebbe ovviamente più all’esperienza).
Come ho già anticipato precedentemente ci potrebbe essere un possibile scambio col Palermo tra Rossettini e Gonzalez.
Un ultimo nome per la difesa, in questo caso si parla di un terzino sinistro, è un ottimo prospetto della Virtus Entella, Cheick Keita, francese di origini malesi, classe 1996.
Questo ragazzo si è messo in mostra nella passata stagione e a mio avviso è assolutamente da prendere.

Questo il riepilogo di tutte le trattative del Bologna F.C.
L’estate è ancora lunga ma il Bologna è presente.
Lasciamo a Bigon il beneficio del dubbio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy