Helander – Keita – José Mauri – Sadiq e (Saponara o Balotelli). Si può fare, con qualche cessione …

Helander – Keita – José Mauri – Sadiq e (Saponara o Balotelli). Si può fare, con qualche cessione …

Pochi giorni alla conclusione del mercato e Bigon cerca di chiudere il cerchio.

Una squadra, quella vista con il Crotone, che sembrerebbe tranquillamente pronta a sfidare a viso aperto qualunque compagine di Serie A.
Ritmi di gioco ottimali, scambi veloci di palla, volontà di non arrendersi mai e tanto cuore hanno permesso ai Rossoblù di chiudere la pratica Crotone (e arbitraggio – stendiamo un velo pietoso) nei 90 minuti regolamentari.
Certo il Crotone non era sicuramente un avversario di altissimo livello ma finalmente dopo otto anni, torniamo a festeggiare i primi 3 punti in campionato (Milan vs Bologna 1-2, Goal meraviglioso di Valiani e prima presenza di Ronaldihno in rossonero rovinata. Stagione 2008/09).

8 giorni e chiude il mercato – Manca davvero poco alla chiusura delle porte dello Starhotels Business Palace in Milano (non è più l’ATAHotel ad ospitare il calciomercato) alle ore 23.00.
Bigon ha quindi una settimana per poter regalare a Donadoni la rosa definitiva del Bologna per la stagione 2016/17.
Tutti i tifosi si aspettano il grande colpo soprattutto dopo i milioni ottenuti dalla cessione di Diawara.
Ci sarà il botto finale o la squadra ha solo bisogno di qualche piccolo innesto?
Solo l’1 settembre potrà rispondere a questa domanda, per ora possiamo solo ipotizzare.

Il Mercato – Dopo la partenza di Rossettini e l’infortunio di Maietta (tre settimane out) il Bologna prenderà sicuramente un altro difensore.
Il nome più caldo in questo momento è Filip Helander giocatore in forza all’Hellas Verona, classe 1993 (23 anni). Già nel giro della nazionale svedese, sarebbe lui il prossimo colpo di Bigon anche in ottica di un passaggio di Boldor (giovane ragazzo rientrato nella trattativa Di Francesco con il Lanciano) in gialloblu, ipotesi di solo prestito.
Gli altri due nomi per la difesa sono Giancarlo Gonzalez e Thomas Heurtaux.
Entrambi nati nel 1988 (28 anni) ed entrambi dati partenti dalle rispettive squadre (Palermo e Udinese). Per un difensore, 28 anni è il pieno della maturità calcistica ma io rimango del parere che Helander sia la scelta migliore.

Il capitolo cessioni ci trattiene nel reparto difensivo: Cherubin e Morleo sembrano avere la valigia in mano. La loro partenza implica immediatamente l’arrivo del terzino sinistro Cheick Keita classe 1996 (20).
“Un talento dal grande avvenire” lo hanno definito gli addetti ai lavori.
Personalmente deve ancora maturare ma sicuramente ha grandi margini di crescita.
Altra situazione da monitorare è quella di Ibrahima Mbaye conteso da molte squadre, italiane e non (occhio alla Bundesliga).
I nomi papapili per il dopo Mbaye sono Maggio e Torosidis.
Partendo dal presupposto che il nostro titolare, ora come ora, è un ragazzotto di nome Emil Krafth che la scorsa partita ha risposto presente sul campo; dobbiamo pensare ad un sostituito capace di essere pronto a subentrare allo svedese, magari con esperienza e che possa ricoprire il doppio ruolo di ala destra.
Vasilis Torosidis potrebbe essere il nome giusto (Maggio lo lascerei volentieri a Napoli).
Giocatore di spinta, carattere, esperienza e che lotta sempre come un leone.
Trattativa fattibile solo nell’eventualità della partenza di Mbaye.

La situazione Sadiq non dovrebbe essere un problema, il giocatore arriverà a Bologna dopo le vacanze (meritate) post bronzo all’Olimpiadi. Bisogna soltanto limare il prezzo del cartellino.
La Roma lo ha riscattato per 2,5 milioni. Grazie all’ottimo rapporto tra Fenucci e Sabatini la trattativa andrà tranquillamente in porto, senza dover rimetterci un capitale.

Infine abbiamo la trattativa per Riccardo Saponara (classe 1991 – 24 anni).
Perché nel titolo ho inserito anche José Mauri? Perché semmai il Bologna volesse davvero puntare sul trequartista ex Milan, allora nella trattativa sarà inserito il nostro Lorenzo Crisetig, desiderio del presidente Corsi.

Lorenzo Crisetig + 8,5/9 milioni e Sapanora si può portare sotto le Due Torri.

José Mauri è stato messo sul mercato da Montella ed è un giocatore che anche in passato il Bologna ha cercato. Un ottimo giocatore che ha grande qualità nei piedi e velocità nella costruzione della manovra e che non farà sicuramente rimpiangere la possibile partenza di Crisetig.

Il nome Balotelli compare nel titolo: oggi sembra essere stato avvistato a mangiare con Mattia Destro al ristorante Campione (fonte Emanuele Righi).
Io non commento.
Posso solo allegarvi il mio editoriale sul caso Mario Balotelli.

Balo al Bolo? Si può fare (ma solo a certe condizioni)

Ovviamente Balotelli esclude Saponara come Saponara esclude Balotelli.
A mio avviso Saponara nel gioco di Donadoni sarebbe perfetto, il trequartista ideale nel suo 4-2-3-1.
Una bella lotta.
Comunque vada se riuscissimo a chiudere almeno tre di questi cinque colpi sopraelencati mi riterrei una persona fortunata.
E come ha già più volte ribadito il nostro presidente: “Mi fido ciecamente dei collaboratori che ho scelto”.
Che queste ultime ore di calciomercato possano portare grande gioia al nostro Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy