Gli 8 giorni della verità, poi il derby… Il Carpi sarà ancora lassù?

Gli 8 giorni della verità, poi il derby… Il Carpi sarà ancora lassù?

Di solito so quello che dico, quello che faccio e soprattutto quello scrivo (o almeno credo). E mi prendo le conseguenze e la responsabilità di quello che esprimo su questo portale, con i miei editoriali e non solo. Da ormai diverse settimane vi dico che, secondo la mia personalissima opinione, il Carpi sarà primo in serie B ancora per poco. Non è un discorso alla Lotito, perché nessuno può nascondere i meriti della squadra di Castori, che sin qui ha dimostrato ampiamente di meritare tutto quanto raccolto. Semplicemente, credo che l’organizzazione e le buonissime idee a livello tattico alla lunga possano non bastare in una corsa così estenuante come è quella della cadetteria. Ci sono partite che giochi male, in cui non mostri la solita brillantezza, e hai bisogno di una zampata per spuntarla e portare a casa l’intera posta in palio. Il Carpi ce l’avrebbe pure uno che da solo sa risolvere le partite, un certo Jerry Mbakogu, che però nelle ultime settimane è mancato e i suoi infatti ne hanno risentito. Il Carpi ovviamente non regalerà nulla, e cercherà di tenersi stretti i 5 punti di vantaggio sul Bologna. Però il momento di appannamento c’è e si vede. Io lo avevo previsto già per la ripresa del campionato, un po’ come successo lo scorso anno al Lanciano. E’ arrivato con qualche settimana di ritardo, ma la vittoria risicata per 2-1 sul Crotone e i tre 0-0 consecutivi non possono non rappresentare un campanello d’allarme. Nulla è perduto, certo, e cinque lunghezze non sono poche. Qui però si fa la storia e si decide il tutto, i mesi di febbraio e marzo per la serie B sono sempre stati quelli della verità e lo saranno anche quest’anno.

Nei prossimi 8 giorni, sapremo qualcosina in più sul futuro del Bologna. E sapremo se avevo ragione o sto scrivendo solamente un mucchio di cavolate. La squadra di Diego Lopez si troverà a giocare tre incontri ravvicinati, con l’occasione di allungare la striscia positiva sfruttando magari i due turni casalinghi a stretto giro di posta. Si parte domani, con la durissima sfida d’alta quota contro il lanciatissimo Vicenza, ripescato dalla Lega Pro in estate e adesso quarto a -4 da Maietta e compagni. Probabilmente, al di là del Carpi, sono loro la sorpresa di questa annata di B. Marino, con tutta la sua esperienza e bravura, è riuscito a rianimare una squadra spenta e a darle una precisa identità tattica, assieme a dosi massicce di convinzione ed autostima. Per batterli dunque servirà il miglior Bologna, quello che manca da un po’ e che solo a piccole dosi si è visto a Cittadella. Sono però fiducioso, perché le settimane passano e l’ambientamento dei nuovi dovrebbe lentamente migliorare col tempo. Non firmo per il pari ma è un risultato che non butterei, a patto però di fare bottino pieno contro Latina e Varese, andando a raccogliere sette punti nelle prossime tre sfide. Il Carpi, dal canto suo, se la vedrà con Pro Vercelli, Avellino e Latina, la prima e l’ultima in trasferta, e non è utopistico pensare che l’attuale capolista possa lasciare ancora qualche punticino per strada.

E poi? E poi lo sapete tutti cosa succederà: ci sarà il derby col Modena, fissato per domenica 15 marzo alle 15. Una partita troppo imprevedibile per farci delle previsioni, che tutti vorrebbero vincere. E sarebbe fantastico festeggiare il primo posto proprio dopo una vittoria contro i gialloblù. Non trovate?

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy