Gara difficile a San Siro, ma il Bologna di Pioli potrebbe sorprendere

Gara difficile a San Siro, ma il Bologna di Pioli potrebbe sorprendere

Giovanni Corinaldesi farmacista

Arrivano i quarti di finale con ancora negli occhi la pirotecnica esibizione di sabato scorso contro il Chievo. Ora ci apprestiamo ad affrontare sul suo campo la temibile Inter, reduce anch’essa da una altrettanto convincente prestazione contro il Pescara. Il Bologna come ha dichiarato il suo allenatore vuole fare una bella prestazione, consapevole dell’importanza del match.

Il pensiero di giocarsi la semifinale, pur sapendo che l’Inter ha grandi giocatori e un ottimo allenatore, stimola i nostri ragazzi a dare il massimo e a regalarci una qualificazione che ci manca ormai da tempi immemori.

Stramaccioni sprona l’Inter e ripete che per loro la coppa è un obiettivo pari al campionato e all’Europa League. Perciò probabilmente schiererà in attacco Cassano insieme a Milito impiegato solo per una manciata di minuti contro il Pescara. Il Bologna parte per Milano con tutti i protagonisti della gara di sabato, con Morleo e Guarente in più nel pallottoliere. Morale: eccezion fatta per Taider e Acquafresca, mister Pioli avrà a sua disposizione un gruppo di giocatori motivati e di qualità.

Rimane il dubbio se il Bologna sia stato capace di recuperare le energie fisiche e mentali impegnate nel match appena giocato.

Se i rossoblù riusciranno a mantenere alta la concentrazione e a non smarrirsi concedendo agli avversari occasioni gol come in questa stagione è capitato purtroppo diverse volte, allora potremmo complicare la vita all’Inter.

Certo la statistica è tutta dalla parte dei padroni di casa, ma un Bologna attento e desideroso di interrompere la striscia negativa di quattro sconfitte in coppa con i nerazzurri, potrebbe ribaltare il pronostico.

Domani non si dovrà pensare alla classifica o ai risultati recenti, ma bisognerà dare il massimo perchè quella di coppa è una partita a sé, dentro o fuori, che va interpretata nel miglior modo possibile.

Basterebbe che il Bologna ci regalasse una nuova serie positiva dopo quella della prima metà di dicembre alle spese di Atalanta, Lazio e Napoli in campionato, ed ancora contro i partenopei in coppa. Spesso nella gestione Pioli, i rossoblù si sono esaltati nelle sfide di cartello, dimostrando spirito di sacrificio e capacità di rimontare anche quando erano dati per spacciati. Proprio per questo motivo che stasera (anche se i pronostici ci danno sfavoriti) saremo con i nostri ragazzi a soffrire per provare a portare a casa un’altra impresa e ad avvicinarci sempre più a quella finale e quella coppa che ci manca ormai dal lontanissimo 1974.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy