Ag. Giaccherini: “Il ragazzo vale meno di 2mln”. Adesso? Ma non volevano 6mln?

Ag. Giaccherini: “Il ragazzo vale meno di 2mln”. Adesso? Ma non volevano 6mln?

Le parole dell’agente Guido Marinelli che questo pomeriggio hanno destabilizzato la scena di molti piani di mercato della squadre di Serie A.

I telefoni di molti Ds in questa giornata sono squillati più volte dopo le dichiarazioni fatte da uno dei due procuratori di Emanuele Giaccherini, Guido Marinelli (coadiuvato da Furio Valcareggi).
Ovviamente moltissime testate giornalistiche all’indomani della migliore prestazione in Azzurro del giocatore originario di Talla, hanno voluto sentire dalla voce degli stessi agenti del giocatore, una loro considerazione.

Agente Marinelli Esclusivo – CalcioMercato.it
“Ieri ero sulle tribune dello stadio di Lione e ho avuto modo di vedere Giaccherini dopo la partita. Era molto contento, come tutti i ragazzi della Nazionale. Sono arrivati a questa partita senza i favori del pronostico e hanno fatto una grande prestazione che gratifica visto il lavoro di tutti questi mesi.
Ha fatto qualche errore, ma è stato tra i più dinamici nei primi minuti. Ha disputato 60 minuti alla grandissima, quando la squadra ha fatto le cose migliore in fase offensiva. Ci sono state delle piccole imprecisioni, ma credo che abbia fatto molto bene nel complesso”.

“Gli Europei aprono mercati ulteriori, oltre a quello nazionale. In ogni caso, in questo momento abbiamo deciso di rimandare qualsiasi decisione a dopo la fine dell’Europeo. Escludo decisioni a breve termine. La sua volontà sarebbe quella di restare in Italia, ma tutte le proposte importanti che arriveranno verranno prese in considerazione. Valutazione? Considerata la scadenza del contratto nel giugno 2017, credo che il Sunderland non possa andare oltre una cifra che si aggira sui 2 milioni di euro”.

Intervista radiofonica – Radio Blu
“C’è grandissima soddisfazione per il gol di ieri, soprattutto per lui che dopo una stagione difficile è tornato in Italia e ha riconquistato la nazionale. La possibilità del ritorno in nazionale è stata una spinta importante, Emanuele ci tiene tantissimo alla maglia azzurra. Per quanto riguarda il mercato, c’erano movimenti intorno a Giaccherini già prima dell’inizio dell’Europeo.
Con il Sunderland ha un contratto di un solo anno, quindi il suo prezzo può essere sotto i due milioni. Che Corvino sia un estimatore di Giaccherini non lo scopriamo adesso, ma non ci sono novità da questo punto di vista. Giaccherini sarebbe ben felice di venire alla Fiorentina ma in questo momento pensa solo all’Europeo, non prenderà decisioni nel brevissimo termine”.

Ebbene sembrerebbe questa la sua valutazione.
Una valutazione giusta, concreta e reale che di certo a nessun tifoso bolognese farebbe sorgere alcun dubbio sulla possibilità di vedere nuovamente Giaccherini sotto le Due Torri.
Neanche un mese fa, invece si parlava di una cifra intorno ai 6 milioni di euro, con il Sunderland deciso a non indietreggiare di una sola virgola.
Se prima le squadre interessate a Giaccherini non erano più di tre, ora invece, ne possiamo contare addirittura sette: Torino (forse quella più vicina al giocatore adesso), Fiorentina (con il buon Corvino che lo ha riportato in Italia), Lazio, Sampdoria, Milan e Inter e addirittura un’ipotesi Chelsea per riabbracciare Antonio Conte.
Tutto questo nuovo interessamento per l’ala sinistra del Bologna è ovviamente frutto della splendida prestazione di Giaccherini ieri contro il Belgio.

La domanda adesso sorge spontanea: un mese fa si parlava di 6 milioni per strapparlo ai Black Cats e adesso dopo che tutta l’Europa l’ha visto sul campo, vale meno di 2 milioni?
A mio avviso tutti questi problemi intorno al giocatore non dovevano neanche presentarsi.
Queste dovevano essere le cifre iniziali, queste dovevano essere le condizioni che ci avrebbero permesso di avere nuovamente Giaccherini.
È ovvio aspettarsi da i tifosi una presa di posizione forte quando sul piatto ballano 6 / 6,5 milioni di euro per un 31enne.
Io ad esempio a quelle cifre (e l’ho sempre ribadito) non lo avrei mai riconfermato.
Però per 2 milioni diventa quasi una presa in giro lasciarlo alle nostre concorrenti.
Un giocatore che il prossimo anno potrebbe magari essere affiancato da tanti giovani talenti, capace nell’aiutarli a crescere, tracciando una via di gioco e conoscenze tecniche per quest’ultimi.

Ora come ora bisogna incrociare le dita e aspettare.
Bigon deve far sentire la sua voce come tutta la società Bologna F.C.
Non sarebbe affatto male chiudere nelle prossime due settimane Morosini, Sadiq e la riconferma in Rossoblù di Giaccherini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy