Villalta: “Presto la campagna abbonamenti, Gaddy con noi altri due anni”

Villalta: “Presto la campagna abbonamenti, Gaddy con noi altri due anni”

Conferenza stampa di fine anno in casa Virtus, il presidente Renato Villata e il vicepresidente Albertini hanno fatto il punto della situazione assieme alla stampa commentando l’annata appena conclusa e anticipando le linee guida in vista della prossima stagione. Il bilancio per ora è buono, ma prosegue il processo di consolidamento sia tecnico che societario. Si parte dai ringraziamenti: “Ringrazio innanzitutto la stampa – ha detto Villalta – a volte critica ma sempre per il bene della  Virtus, la Fondazione, che si è ampliata e adoperata per garantire solidità al club lavorando sempre nell’ombra, gli sponsor per l’importante supporto e i tifosi per averci sempre sostenuto”. Si passa poi ai risultati sportivi, per il presidente molto positivi: “L’obiettivo era la salvezza, siamo riusciti a fare risultati migliori anche se non abbiamo raggiunto la Final Eight che sarebbe stata conquistata senza la penalizzazione. La qualificazione ai playoff è invece un risultato importante – ha proseguito Villalta – Milano rispetto a noi è distante anni luce e abbiamo cercato di fare il possibile. Vedere i tifosi in mezzo al campo a fine di gara 3 è stato qualcosa di impagabile per noi. Il nostro impegno è migliorare nei prossimi anni, continueremo a seguire il progetto di consolidamento della società dal punto di vista finanziario e anche tecnico. Il risultato conta più di tutti, stiamo lavorando con Sandro Crovetti per confermare gran parte di questa squadra anche se sarà difficile. Vogliamo creare uno zoccolo duro”. Il tutto con la preparazione dello staff tecnico confermato per due anni: “Abbiamo deciso di rinnovare staff tecnico e medico per fare in modo che possano lavorare in serenità e con continuità senza l’assillo del risultato”. 

Capitolo Allan Ray, secondo alcuni calato dopo il rinnovo: “Siamo stati incolpati di esserci mossi per tempo – ha affermato Villalta – abbiamo confermato il capitano che per noi è il simbolo di questa squadra, sarà con noi per altri due anni proprio in linea con il nostro progetto”. C’è tempo anche per gli annunci ufficiali: “E’ stato firmato anche Abdul Gaddy per altre due stagioni, un playmaker con un margine di crescita importante e su cui crediamo tanto. E’ entusiasta di rimanere qui”.

Per gli altri rinnovi bisognerà attendere ma non molto, i casi più delicati rimangono Hazell e White: “Abbiamo trattative con altri giocatori, in maniera serena parlando a bocce ferme per rispettare il volere degli agenti e degli assistiti. Può darsi che nei prossimi giorni annunceremo altri rinnovi contrattuali. Vogliamo confermare lo zoccolo duro per poi dare inizio alla campagna abbonamenti e fornire ai tifosi una base a cui credere. Non è quasi mai stato così perché spesso l’abbonamento è stato un atto di fiducia al buio. E’ il minimo che possiamo fare per loro. Crovetti ha parlato in questi giorni con gli agenti di Hazell e White, abbiamo ricevuto le loro richieste e fatto pervenire le nostre offerte. Ne riparleremo”. Per Villalta ci sono ulteriori margini di miglioramento per questo roster: “Ci sono tanti giocatori giovani che possono migliorare, ci aspettiamo miglioramenti da Gaddy e Fontecchio, avranno un anno in più e potranno elevare il loro livello di gioco. Poi, in base a quello che ci dirà Valli e in base ai giocatori che avremo firmato, cercheremo di inserire qualche pedina”.

Ultima parte di conferenza dedicata agli aspetti societari. Primo tema il main sponsor: “Negli ultimi giorni è stato dato per scontato che Granarolo non sarà più sponsor, non è assolutamente così. Tratteremo con loro nei prossimi giorni in maniera serena, il contratto è in scadenza ma non è assolutamente detto che non venga rinnovato”. Sui temi strettamente societari, la palla passa al vicepresidente Albertini: “La Virtus ha giocato due campionati, uno lo ha commentato Renato ed è stato quello in campo, l’altro è stato altrettanto importante gestito da Sandro Crovetti fuori dal parquet. Anche qui penso che la Virtus abbia raggiunto i suoi playoff – ha proseguito Albertini – Questo lavoro ha consentito allo staff tecnico di rimanere concentrato solo sul campo senza distrazioni di qualsiasi tipo. Il dieci di ogni mese i giocatori percepivano regolarmente il loro stipendio”. Si prosegue dunque nel processo di consolidamento finanziario: “La struttura è stata semplificata, c’è un rapporto diretto tra Valli e Crovetti. La struttura finanziaria è in costante graduale miglioramento anche se non abbiamo superato tutti i problemi. Lo faremo ma ci vuole pazienza. Tutto questo è possibile grazie al forte sostegno della Fondazione, a luglio dell’anno scorso serviva un milione e mezzo di euro e questa cifra è arrivata”. Chiusura sul budget. La disponibilità non sarà certo ai livelli dei top club italiani ma si tenterà di aumentare quello della passata stagione. “Il budget è work in progress e non è ancora stato definito – ha ammesso Albertini – ci sarà un incremento per la prima squadra ma non faremo follie. Non faremo mai il passo più lungo della gamba. Vogliamo una crescita sostenibile nel tempo e abbiamo due leve per farlo: sponsor, abbonamenti e biglietteria. A breve presenteremo la campagna abbonamenti, ci aspettiamo di incrementare il numero di abbonati. Parleremo con gli sponsor e cercheremo, per quanto possibile, di alzare l’asticella”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy