Playoff: occhio all’attacco di Spezia e Pescara, il Bfc oppone la difesa

Playoff: occhio all’attacco di Spezia e Pescara, il Bfc oppone la difesa

Statistiche interessanti relative alle avversarie del Bologna nei playoff. Se di certo i rossoblù non hanno in dote l’attacco più prolifico della Serie B, possono però sfruttare la miglior difesa del lotto. Sono infatti 35 i gol totali subiti dai rossoblù, davanti a Vicenza (37), Spezia e Perugia (40). Non così buoni i dati in attacco. Attenzione principalmente al reparto avanzato del Pescara, capace di segnare 69 reti, venti in più del Bologna. La difesa degli abruzzesi fa acqua, infatti sono 55 i gol subiti contro i 35 dei rossoblù. Passando a quelle che possono essere le nostre immediate rivali, anche lo Spezia è in possesso di un attacco di tutto rispetto con 59 segnature siglate in campionato a fronte di una buona difesa. Soprattutto in casa i liguri danno il meglio di loro stessi, infatti al Picco è difficile segnare – 19 reti subite – ma è possibile subire qualche gol. Tra le partecipanti ai playoff, gli uomini di Bjelica hanno il miglior dato come reti fatte in casa (38). Assoluto equilibrio invece per l’Avellino: 42 gol fatti e 42 subiti nell’arco del campionato, dato totalmente sbilanciato al Partenio (25-14) e deficitario lontano da casa (17-28). Le uniche squadre ad avere un saldo positivo in trasferta sono invece il Pescara (39-32, alto il numero di gol presi) e il Bologna (26-23). Statistiche alla mano, quella eventuale con lo Spezia può essere una sfida equilibrata, molto difficile al Picco e lottata al Dall’Ara. Il dato in casa del Bologna è confortante almeno come gol subiti (solo 12) ma non completato da quello delle marcature segnate (23). Il Bologna, tra le sei che si giocano i playoff, è quella che segna di meno in casa assieme al Vicenza che in questo ultimo periodo ha rallentato la marcia. A confermarlo le statistiche, molto simili a quelle del Bologna anche se con qualche rete subita in più fuori casa (21 fatti e 25 subiti). Al momento è chiara una cosa: per avere un Bologna concreto e favorito per la promozione servirà un ritrovato cinismo da parte delle punte. Che ciò possa avvenire proprio ai playoff, una speranza che una intera città coltiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy