Vitali: “Campionato equilibrato. Nessun avversario da sottovalutare”

Vitali: “Campionato equilibrato. Nessun avversario da sottovalutare”

A volte ritornano. E’ andata bene la prima di Michele Vitali con la maglia della V-nera dopo il suo ritorno in estate. Il play infatti, dopo due anni a Caserta, è tornato a casa Virtus. Andiamo a vedere quali sono state le sue parole, sulle pagine del Carlino, in seguito alla vittoria casalinga contro Venezia.
“All’inizio ero un po’ emozionato, poi sono entrato lentamente nella partita per finire alla grande, anzi alla grandissima. Meglio di così non poteva andare: non saranno tante le squadre che potranno dire di aver sconfitto Venezia”. Quella di domenica è stata anche la prima gara da play per Vitali, ruolo che Valli ha deciso di assegnargli: “Se Valli mi vede in questo ruolo – sostiene Vitali – mi allenerò per provare a farlo nel migliore dei modi. Domenica è andata bene anche perchè facciamo cose semplici in attacco”. Non solo attacco però, anche la difesa ha avuto il suo ruolo fondamentale nella prima vittoria stagionale. A tal proposito: “Sono convinto che senza difesa non si faccia strada – ha affermato il play della V-nera – Può succedere che tu possa vincere una partita senza contrastare l’iniziativa dei tuoi avversari, ma i problemi arrivano quando tu sei nella loro stessa situazione, vale a dire hai di fronte un qualcuno che tira meglio di te se non provi a contrastarlo. La difesa ti dà la sicurezza di poter sbagliare qualche tiro e quando si è sereni è più difficile commettere un errore”. Alla luce anche dei risultati dagli altri campi, secondo Vitali sarà un campionato difficile: “I risultati confermano che il livello si è alzato e che ci sarà più equilibrio. Ciò significa che sarà necessario farsi trovare pronti sempre perchè non c’è un avversario che puoi sottovalutare. Domenica a Brindisi non sarà una partita facile. Ci presentiamo con la voglia di dimostrare che vittoria con Venezia è arrivata per i nostri meriti e non per i loro demeriti”. Infine, conclude Vitali: “Sappiamo che l’unica strada che possiamo percorrere è quella dell’umiltà. Non ci sono altre vie per una squadra che vuole crescere: dobbiamo rimanere con i piedi per terra quando vinciamo così come non dobbiamo abbassare la testa dopo una sconfitta. Dobbiamo rimanere uniti come lo siamo stati contro Venezia e non pensare che siamo arrivati se battiamo una squadra che sulla carta è migliore di noi”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy