Virtus tra A e A2

Virtus tra A e A2

Tra 7 giorni ci sarà il CdA decisivo per stabilire il futuro bianconero.

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Molti gli argomenti che saranno trattati la prossima settimana, ma al centro di tutto ci sarà la scelta dell’iscrizione. Due proposte: la regolare partecipazione in A2 o il ripescaggio in A, in funzione del possibile ritiro di Caserta. Per prima cosa è stato chiesto alla Federazione di attendere a cambiare il nome in società dilettantistica.

Secondo Stadio, l’ipotesi più plausibile rimane la partecipazione in A2, con il seguente assetto societario: Vecchi probabilmente gestirà i fondi bianco neri, uno tra Della Fiori e Trovato come dirigente, insieme a Ramagli, nel caso in cui quest’ultimo riesca a liberarsi da vincoli al termine della stagione, allenatore. L’altro fondamentale obiettivo del prossimo CdA, in cui sarà inoltre nominato il prossimo delegato, è quindi di creare equilibrio e chiarezza all’interno della società.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy