Virtus spenta, Ravenna passeggia

Virtus spenta, Ravenna passeggia

Bianconeri anonimi all’Unipol Arena, passa Ravenna a suon di triple. Ramagli: “Ci è mancata intensità”.

Dopo tre vittorie in fila la Virtus si ferma di schianto in casa contro Ravenna. Decisivo il terzo quarto in cui gli ospiti sfondano la fragile difesa bianconera con un parziale di 26-9 che spacca la partita.

Insufficienti le percentuali della Vu, che non trova il canestro dalla lunga distanza (2 su 18) e dietro non tiene le scorribande degli avversari che scappano proprio a suon di triple nella ripresa. Primi due quarti di equilibrio, ma la Virtus è brutta copia delle recente versioni e tutto viene affidato ad Umeh, il nigeriano tiene a galla i suoi ma paga il conto nella ripresa quando gli avversari gli prendono le misure. Una Virtus praticamente mai in svantaggio in questo avvio di stagione, parte 0-6 ma recupera grazie a Umeh, Penna e Lawson fino al 26-17, ma Ravenna torna in partita e impatta a 44 a fine secondo quarto.

Poi la partita si spacca, Ravenna scappa fino al più 14 con Sabatini e Masciadri, la Segafredo non trova più il canestro e sembra non avere nemmeno le energie per tenere in difesa. Chiude i conti Chiumenti con sei punti in fila e il più 19. Il finale (75-90) la dice lunga.

Ramagli: “Non abbiamo avuto la nostra solita aggressività – ha affermato il coach – Abbiamo permesso a loro di giocare leggeri, senza mettere pressioni. Ci dispiace per questa prestazione ma come non abbiamo fatto festa dopo tre vittorie non è necessario fare processi oggi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy