Virtus, società al lavoro per trattenere White e Hazell. Intanto al via le finali per l’Under 19

Virtus, società al lavoro per trattenere White e Hazell. Intanto al via le finali per l’Under 19

Il campionato della Virtus è concluso, la squadra ha finito mentre dietro le scrivanie i lavori pesanti partono adesso. Il primo punto da affrontare è quello legato alle situazioni di White e Hazell. I due americani passeranno in sede nei prossimi giorni, parleranno con la società nella speranza che da entrambe le parti ci sia voglia di continuare insieme e, soprattutto, si spera che le ragioni del cuore e del lavoro prevalgano su quelle del portafoglio.

Dopo la brillante stagione giocata dai due cestisti, confermarli entrambi è una strada, che per ora, sembra molto difficile. Questione di soldi e di concorrenza. La virtus è disposta ad un adeguamento ma senza aumenti folli, rimanendo in linea con la politica di una crescita graduale, inoltre tutto dipende anche da quanto i concorrenti sarebbero eventualmente disposti ad offrire. Dal canto suo la Granarolo può contare sulla sicurezza che darebbe ai giocatori, su un ambiente che permetterebbe loro di crescere al meglio, sul feeling già creato con il gruppo e sul forte affetto dei tifosi. 

Intanto, comincia oggi l’avventura dell’Under 19 alle finali di Torino. La squadra, guidata da Marco Sanguettoli, è arrivata alle finali da quarta ( passavano il turno le prime sei squadre su sedici) capitando in un girone niente affatto semplice. Il gruppo comunque è determinato e pronto alle sfide. Tra i bianconeri spicca il talento di Tommaso Oxilia, già a segno in serie A e nei playoff, inviatato da FIBA e NBA al “Basketball without Borders European 2015”, in Spagna a Gran Canaria dal 2 al 5 giugno, manifestazione che riunisce i migliori giovani europei nati nel 1998. Tra i giovanissimi della Virtus sono da citare anche Tassinari, Vercellino e Nikolic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy