Virtus, primi bilanci positivi

Virtus, primi bilanci positivi

Dopo la prima settimana di allenamenti e lo scrimmage contro Ferrara, si può tracciare un primo bilancio della Virtus che sarà. La squadra gira, soprattutto si notano i primi cambiamenti tattici con una particolare ricerca del centro sotto canestro, sia per una conclusione ravvicinata o per uno scarico fuori. Così sarà Dexter Pittman una delle chiavi principali della Virtus 2015/2016, senza dimenticare Rod Odom, il sostituto di Okaro White. Saranno loro due a dover aprire spazi e facilitare il lavoro degli esterni. L’ala grande si sta mostrando più avanti rispetto a quanto mise mostra White l’anno scorso in questo periodo. Se il buongiorno si vede dal mattino…Altre indicazioni? Innanzitutto il ruolo di titolare affidato probabilmente a Simone Fontecchio nel ruolo di ala piccola, dall’abruzzese ci si attende dunque il definitivo salto di qualità. Con Gaddy play e Ray guardia titolare, la Virtus farà salire dalla panchina Pendarvis Williams, elemento con punti delle mani ma in grado di giocare per la squadra, e Michele Vitali, da cui ci si attende tiro dalla lunga distanza e minuti in cabina di regia in caso di necessità. E’ un dunque una Virtus più profonda, con dettami tattici chiari a sopperire la lacuna sotto canestro vista lo scorso anno. Sono i primi vagiti della truppa di Valli, ma i primi segnali sono profondamente positivi, per un campionato che si preannuncia complicato e con un livello medio forse superiore rispetto all’ultimo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy