Virtus, ora serve l’inversione di rotta

Virtus, ora serve l’inversione di rotta

La Virtus chiamata a risollevarsi, già a partire dalla delicata trasferta di Trento

Partita per migliorare l’ottavo posto della scorsa stagione, la Virtus naviga malinconicamente a soli due punti sopra l’ultima piazza in classifica. La sconfitta di Cremona ha aperto sostanzialmente una nuova crisi in casa bianconera, soprattutto perché maturata da un +11 del terzo quarto. Il bilancio ora recita 14 sconfitte consecutive in trasferta, una situazione che desta qualche preoccupazione sia tra i tifosi ma anche in società. Nonostante la Fondazione abbia aperto i cordoni della borsa per l’acquisto di Fells, il trend non è stato invertito, anzi. Tra l’altro proprio il neo arrivato non è riuscito ad offrire il contributo che ci si aspettava.

Sono dunque momenti difficili in casa Virtus, ora la società dovrà analizzare i risultati delle prossime partite e prendere una decisione in vista del futuro. Di sicuro, una tra le trasferte di Trento e Torino dovrà portare ad un successo, mentre in casa le due sfide contro Pistoia e Cantù saranno da vincere. In tutto ciò, con Ray indisponibile fino a febbraio e Williams ancora deludente, le Vunere mancano di una bocca da fuoco nei momenti importanti della partita. Il solo Gaddy continua a mantenere un rendimento costante, il supporto degli altri esterni va a singhiozzo. Anche l’altro perno della squadra, il centro Dexter Pittman, sta vivendo un momento di appannamento. Tutti aspetti che rendono il futuro della Virtus una incognita e, considerando la posizione di classifica, urge assolutamente una inversione definitiva di rotta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy