Villalta: “Ben vengano i Saputo a Bologna”

Villalta: “Ben vengano i Saputo a Bologna”

Renato Villalta ha già passato la fase della programmazione della prima stagione in Serie A dopo il cambio di proprietà, di conseguenza può capire la situazione che sta vivendo Saputo a Bologna. Il presidente della Virtus, in una intervista al Corriere di Bologna, ha affrontato l’argomento. Per Villalta, i Saputo a Bologna sono sempre i benvenuti: “Apprezzo il tipo di approccio del canadese – ha affermato il presidente – l’idea di programmare e pianificare mi trova d’accordo. Come diceva Porelli, la differenza fra parlare di soldi e i soldi sono i soldi. E’ facile parlare degli investimenti altrui, ma nello sport ci sono dinamiche che il tifoso non comprende, ogni realtà ha i propri equilibri”. C’è quindi ottimismo sulla sponda Virtus per la stagione del Bologna: “Gestire una società sportiva è molto più difficile rispetto ad una azienda normale, per mia esperienza una crescita costante e graduale è la via da seguire. I soldi non garantiscono il successo”. Magari un investimento si potrebbe fare per Balotelli, il ritorno economico sarebbe importante: “Affascina come giocate, anche se personalmente mi fa arrabbiare. Ha enormi potenzialità che non esprime, poi sì, può rappresentare una sorta di operazione alla Baggio”. Si chiude con la Virtus, si viaggia ancora con i piedi per terra in vista della prossima stagione: “Siamo contentissimi della squadra che abbiamo costruito, pensiamo si possa crescere molto. Abbiamo alcune scommesse ma l’obiettivo è migliorare il risultato dello scorso anno. Due punti in più o in meno saranno determinanti, ad ogni modo rimaniamo con i piedi ben ancorati a terra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy