Valli: “Sarà una Virtus da contropiede, i nuovi ci daranno una mano”

Valli: “Sarà una Virtus da contropiede, i nuovi ci daranno una mano”

Virtus costruita nel segno della continuità, con qualche aggiunta di caratteristiche che l’anno scorso mancavano, come ad esempio, stazza, chili e gioco efficace in post basso. Giorgio Valli si appresta dunque a varare una Virtus più dinamica, fisica, energica. Il coach ha fatto il punto della situazione al Carlino: “Abbiamo assemblato un gruppo di giocatori duttili e allenabili – ha ammesso Valli – l’unica eccezione è Pittman che in attacco sarà uno dei nostri principali punti di riferimento. Nel mio sistema ho sempre preferito avere degli esterni che sapessero fare tante cose e che fossero aiutati dalla presenza di un giocatore che potesse togliere loro pressione”. Virtus leggermente diversa dunque, alle prese però con un campionato, a detta di Valli, molto competitivo: “Molti club hanno pianto il fatto di non poter spendere tanti soldi ma alla fine li hanno spesi, Brindisi sta costruendo un’ottima squadra, Trento ripeterà la buona stagione fatta quest’anno, Cremona sarà una sorpresa mentre Venezia e Reggio Emilia si ripeteranno”. E la Virtus? “Sarà una squadra con tanta difesa e tanti canestri in contropiede, nel gruppo abbiamo diversi giocatori che sono a un crocevia della loro carriera e che devono dimostrare di saper passare da bravi ragazzi a buoni adulti. Il nostro obiettivo è mettere in campo la stessa energia giocando una pallacanestro di maggiore intensità. Vogliamo far vedere al nostro pubblico un gioco meno grezzo”. Valli, dunque, si aspetta molto da coloro che sono rimasti: “Mi aspetto un aspetto un salto di qualità da chi era già qui l’anno scorso, una squadra diventa forte quando lo zoccolo duro indirizza i nuovi. Gli innesti non sono stati tanti e ora spetta a chi era già qui far vedere come si lavora e come si affrontano insieme le difficoltà. Vogliamo crescere attraverso il lavoro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy