Valli arrabbiato dopo il secondo ko: “Noi poco concentrati, ma anche gli arbitri… “

Valli arrabbiato dopo il secondo ko: “Noi poco concentrati, ma anche gli arbitri… “

E’ un Valli arrabbiato quello che parla dopo gara 2, dopo la seconda pesante sconfitta incassata sotto i colpi di Milano. 

E’ un Valli non soddisfatto della prova dei suoi e dell’atteggiamento arbitrale: “Certo, se ci sono 30 punti di differenza tra noi e loro è colpa nostra, ma alcuni contatti non li ho capiti. Dobbiamo capire quali contatti sono leciti e quali no, capire se si sta giocando una partita di Eurolega o una di campionato. Ci vuole più attenzione”.

Il coach imputa mancanza di attenzione anche da parte dei suoi: “All’inizio abbiamo fatto 5/20 al tiro in area, ci vuole più concentrazione. Dobbiamo fare un salto di qualità in avanti”.

Non solo critiche. Valli cerca di raccogliere anche gli aspetti positivi della gara disputata dai suoi, mettendo in risalto soprattutto l’atteggiamento mentale. “Credo che la mia squadra abbia dato tutto quello che aveva -spiega- abbiamo provato a reggere il confronto con una Milano che, fisicamente, è molto superiore a noi. Abbiamo dato davvero tutto”.

Alla Virtus non resta che provarci di nuovo davanti al suo pubblico, in una gara 3 in cui la squadra dovrà quanto meno riuscire a mettere Milano in difficoltà. 

“Il nostro pubblico merita di più” afferma Valli.

A rilasciare dichiarazioni dopo il match è anche Imbrò. Il giovane cestista si dimostra più diplomatico rispetto alla questione degli arbitri e pone in capo alla squadra le maggiori responsabilità: “Direi che gli arbitri hanno fatto quello che dovevano fare. Loro sono stati più forti di noi. Adesso guardiamo avanti, abbiamo una partita in casa nostra, dove abbiamo sempre fatto bene. Proveremo a fare di tutto per allungare questa serie”.

Nonostante la netta vittoria ottenuta dalla sua squadra, il coach di Milano spende parole d’elogio per la truppa di Valli: “Bologna ha dimostrato di avere le armi per essere incisiva. Noi non dobbiamo abbassare la guardia”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy