Sorrentino: “Non vediamo l’ora di giocare”

Sorrentino: “Non vediamo l’ora di giocare”

Non solo il Bologna che stasera si gioca la Serie A, anche la Fortitudo, a partire da sabato, sarà di scena a Forlì per il suo obiettivo stagionale: la promozione. C’è tanta attesa tra i tifosi fortitudini, a due piccoli passi dal ritorno in Lega Due. Non solo, anche la squadra, dopo più di una settimana di sosta, non vede l’ora di scendere in campo. Ad ammetterlo è la guardia Gennaro Sorrentino a Stadio: “Siamo davvero in fermento – ha ammesso Sorrentino – attendiamo con ansia l’appuntamento di sabato ed è molto bello l’entusiasmo che si è creato attorno alla squadra”. La guardia campana torna poi indietro con la memoria a cinque anni fa, quando lui, Malaventura e gli altri ottennero la promozione proprio sul campo di Forlì, il tutto cancellato dai soliti problemi societari “Allora giocammo in trasferta, stavolta sarà campo neutro. E’ un ricordo che emoziona ancora. Devo dire che mille tagliandi per il popolo fortitudino è un numero striminzito. Immagino che i tifosi si stiano muovendo, li aspettiamo a Forlì”. Un Gennaro Sorrentino rigenerato dalla cura Boniciolli dopo un avvio stentato di stagione che lo aveva portato anche ad un passo dal cambio di casacca: “Ora ho un ruolo simile a quello che avevo nella Effe di cinque anni fa, adesso l’unica cosa che conta è entrare in campo e fare le cose giuste. Gli interessi individuali non esistono così come le rivincite personali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy