Sacramento vince ancora, “Beli” fa da comparsa

Sacramento vince ancora, “Beli” fa da comparsa

di Tommaso Rocca

Nella gara che chiudeva la preseason dei Sacramento Kings arriva la quinta vittoria in sei partite per Belinelli & co. che hanno ragione dei New Orleans Pelicans del nuovo fenomeno e futuro MVP della lega Anthony Davis per 107-98. L’incontro che aveva molto un sapore di amarcord si è svolto nell’affascinante arena di Lexington dove hanno giocato al college con la maglia dei Kentucky Wildcats diversi protagonisti della sfida di ieri, su tutti DeMarcus Cousins e Anthony Davis, due dei più talentuosi giocatori dell’NBA di oggi non per niente osannati ripetutamente dai loro ex tifosi. E va da sé infatti che i due siano stati l’ago della bilancia della sfida visti i 19 punti firmati a testa da entrambi e viste le loro emozionanti sfide sotto canestro. Rudy Gay per i Kings e Ryan Anderson per i Pelicans si sono rivelati ottimi comprimari firmando entrambi un ventello e dimostrando di essere già in forma per l’inizio della stagione regolare in programma nella notte del 27 Ottobre. Gara invece da comparsa per Marco Belinelli che è partito come sempre dalla panchina (coach Karl continua a preferirgli McLemore nel quintetto iniziale) ed ha realizzato 3 punti (grazie ad una tripla) con un 1/4 dal campo in 24’ minuti di impiego. Il fatto si spiega con la decisione di Sacramento di attaccare dentro l’area New Orleans e di prendere pochi tiri dal perimetro (20 in tutta la gara da 3 punti) vista la buona serata di Collison e Casspi in avvicinamento e penetrazione. Per Belinelli resta comunque la soddisfazione di aver fatto registrare un plus/minus di +21 quando il bolognese era presente sul parquet, il migliore di tutta la partita, a conferma che resta un‘arma tattica importante e un difensore cresciuto di livello nelle ultime stagioni negli States. La preseason dei Kings si conclude quindi con 5 vittorie ed una sola sconfitta contro Phoenix che per una squadra che da ormai nove anni attende di tornare a giocare i playoff (impresa non facile nemmeno quest’anno a Ovest) non è niente male. Intanto nella notte sconfitta per Danilo Gallinari ed i suoi Nuggets battuti da Oklahoma City dei fenomeni Durant e Westbrook (40 punti in 2). A Denver non bastano i 16 punti del “Gallo” (0/4 da 3 punti) e soccombono ai Thunder che parlando di playoff a Ovest fanno capire che quest’anno si dovrà tornare a fare i conti anche con loro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy