Sacramento crolla in casa contro Boston, brutta serata per Belinelli

Sacramento crolla in casa contro Boston, brutta serata per Belinelli

Sconfitta per Belinelli contro i Boston Celtics

di Tommaso Rocca

Una sconfitta senza storia davanti al proprio pubblico e contro un avversario alla portata. Serata storta per i Sacramento Kings e per il nostro Marco Belinelli che alla Sleep Train Arena vengono sconfitti per 114-97 dai Boston Celtics in una gara che era già decisa alla fine del terzo quarto quando i biancoviola erano sotto di 22 punti. Male i tre tenori in maglia Kings con Cousins da 4/17 dal campo, Rondo da soli 5 punti e Rudy Gay, unico a salvarsi, che ha chiuso con 18 punti ma anche con 4 palle perse. Nel grigiore di Sacramento ci finisce anche Belinelli autore di soli 5 punti con un 2/8 dal campo e 1/5 da tre punti, non una serata memorabile per la guardia bolognese. I Celtics iniziano forte, scavando subito un solco di oltre dieci punti nel primo quarto e lo mantengono per tutta la gara anche grazie alla scarsa precisione al tiro da parte di “Beli” e compagni che tirano da oltre l’arco con un misero 7/21. Ottima prestazione corale di Boston che conclude con ben 4 giocatori oltre quota 20 punti: Crowder, Bradley, Thomas (autore anche di 9 assist ,4 recuperi e vero MVP del match) e Olynyk. Per gli uomini di coach Karl una brutta battuta d’arresto che non ci voleva dopo la convincente vittoria contro Dallas cui i Kings non sono riusciti a dare seguito.

La zona playoff ora dista 2 partite per Belinelli e compagni ma è la mancanza di continuità a preoccupare maggiormente i californiani, capaci di ottime prestazioni contro avversari di tutto rispetto salvo poi cadere in alcune partite che sulla carta sembrerebbero invece alla portata. Se la banda di George Karl vuole raggiungere i playoff, in Ovest pieno di squadre pronte alla battaglia, deve assolutamente trovare maggiore equilibrio soprattutto ora che ha recuperato tutti gli elementi del roster. Dagli USA non arrivano grandi notizie nemmeno per gli altri due italiani impegnati in NBA: i Denver di Danilo Gallinari sembrano essere entrati in una spirale negativa (2 vinte e 8 perse nelle ultime 10) e dipendono sempre più dalle prestazioni del “Gallo” mentre dai Nets di Andrea Bargnani, nuovamente alle prese con un infortunio che non pare però grave, sembrano giungere tiepidi segnali di ripresa (4 vittorie nelle ultime 9) ed anche se è troppo presto per esprimere giudizi definitivi pur in una Eastern Conference di livello più basso i playoff restano al momento un’utopia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy