Sacramento corsara ad Oklahoma, Belinelli e Cousins trascinano i Kings al successo

Sacramento corsara ad Oklahoma, Belinelli e Cousins trascinano i Kings al successo

Vittoria per Belinelli contro Oklahoma

di Tommaso Rocca

Ottima affermazione dei Sacramento Kings che nella notte sbancano la Chesapeake Arena di Oklahoma City sconfiggendo i Thunder per 116-104. Un monumentale DeMarcus Cousins trascina i biancoviola di coach George Karl a una vittoria importante e di prestigio contro una della migliori formazioni della lega seppur priva di Kevin Durant, MVP di due stagioni fa. Per Cousins alla fine saranno 33 punti e 19 rimbalzi con 2 stoppate e un 9/10 ai liberi che ne certificano le qualità quando può giocare senza condizionamenti dovuti agli infortuni. Brillano nei Kings anche un Rajon Rondo da 19 assist e vicino alla tripla doppia (13 punti e 9 rimbalzi) e anche Marco Belinelli che ottenendo più minuti del solito (34 al posto dei 25 di media in stagione) realizza 21 punti con 6/13 dal campo e 7/8 ai liberi. Il bolognese è decisivo nel terzo quarto quando assieme a Cousins firma l’allungo che si rivelerà decisivo e rintuzza i tentativi di rimonta dei Thunder, mai in vantaggio dopo l’intervallo lungo.

Per Oklahoma la gara di ieri è la conferma che senza Durant la squadra è di un altro livello e si appoggia totalmente e decisamente troppo nelle mani di Russel Westbrook che segna 17 punti e regala 15 assist ma perde anche 7 palloni e tira con il 26% dal campo (6/23). I Kings adattano la propria difesa sul play di Oklahoma che è così spesso raddoppiato e costretto a giocare con i compagni che non gli danno una gran mano eccetto Ibaka (25 punti) e Morrow (20 punti). I Kings trovano punti veloci con Gay (16) e Collison dalla panchina e mantengono la doppia cifra di vantaggio per tutto l’ultimo quarto chiudendo senza troppi patemi la gara. La vittoria di Sacramento ridà morale ad un ambiente scosso e rassegnato dopo la sconfitta con Philadelphia (4 vittorie in tutta la stagione) e vede ora i biancoviola di coach Karl con un record di 14 vinte e 20 perse che significa nona posizione ad Ovest ad una vittoria e mezza dai playoff. La regular season NBA si avvicina al giro di boa e i Kings sono verosimilmente nella posizione che si attendevano ad inizio stagione, ora è tempo di compiere il salto di qualità e riuscire a vincere quelle partite che potrebbero permettere alla franchigia californiana di entrare stabilmente in zona playoff e con un Cousins così non sembra poi qualcosa di utopico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy