Ray: “Bologna speciale, impegno massimo per affrontare Milano”

Ray: “Bologna speciale, impegno massimo per affrontare Milano”

Statistiche impressionanti per il capitano della Virtus Allan Ray in questa stagione, primo nel tiro da tre (46%) e nei liberi (93%) la guardia di New York si appresta a guidare la sua Virtus al primo turno di playoff contro Milano: “Bisogna dare il 110% contro Milano – ha ammesso Ray a Stadio – vince chi ci mette più impegno e i giocatori di Milano non sono marziani, si svegliano come noi e usano il bagno come”. Comunque sia, il traguardo dei playoff è prestigioso: “Sono felice del risultato, soprattutto è una rivincita per chi non aveva fiducia in me e nella squadra, essere giocatori di basket significa sapere che ti amano, poi ti odiano e poi ti amano ancora”. Ora altri due anni di contratto a Bologna poi chissà: “Mi vedo in campo ancora a lungo perché sono ossessionato dalla cura del corpo mangiando i cibi giusti, quindi giocherò ancora tanto”. Assieme a Jeremy Hazell Ray forma gli “Splash Brothers” alla bolognese: “E’ stato lui a coniare il termine, però non penso alla fama ma piuttosto mi sta a cuore far vincere il team. L’atteggiamento positivo serve alle buone squadre e io cerco di aiutare i compagni”. Il segreto di questa stagione stellare risiede anche nella città: “Bologna mi ha cambiato la vita, per la prima volta gioco dove tutto è grande, mi sento in pace con me stesso”. Infine, la vita personale. Non c’è solo il basket: “Mi piace il mercato immobiliare e ho alcune idee importanti, vorrei creare un team di bambini a New York e anche allenare, poi c’è la moda, dal prossimo anno uscirà il mio brand”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy