“No a Lestini”, scritte e proteste per l’arrivo dell’ala in Fortitudo

“No a Lestini”, scritte e proteste per l’arrivo dell’ala in Fortitudo

Non è ancora un giocatore della Fortitudo ma su di lui si sono scatenate già le polemiche. Il quasi certo approdo di Lestini alla Effe, giocatore visionato, scelto e voluto dal mister Boniciolli, sta scatenando una serie di proteste scritte e via web.

E a protestare sono proprio i tifosi della Fortitudo, o almeno una parte della tifoseria. All’ala pescarese si imputa il fatto di, non solo aver vestito la maglia della Virtus, ma di aver “insultato” la Fortitudo in occasione della finale playoff del campionato di A dilettanti. In quella occasione Lestini, con la maglia della Fulgor Libertas, rifilò 25 punti all’ Aquila, senza comunque impedirle di aggiudicarsi la serie.

 Contestazioni partite sui social network e sfociate addirittura in scritte sui muri del Paladozza, muri in cui è comparsa la frase: “Chi la F ha infamato, non va tesserato -No a Lestini!!”. Inoltre, per cercare di screditare il cestista, c’è chi punta il dito contro le sue condizioni fisiche, ritenute non sufficientemente affidabili. A screditare le insinuazioni sul giocatore è stato il professor Zunarelli il quale, al termine di un approfondito controllo, ha dichiarato Lestini idoneo al tesseramento. Inoltre, le prestazioni dell’ala hanno sempre convinto, le qualità del giocatore non sono in discussione e in un campionato come l’A2 rappresenterebbe una risorsa di qualità. Senza dimenticare il fatto che Lestini sia stato scelto e voluto da Boniciolli, uno che ha dimostrato di saperci fare e che ha maturato un importante credito di fiducia nei confronti della piazza.

Difficile che il coach si lasci suggestionare dalle contestazioni. Sarà Lestini, così come fatto da Iannilli, a togliere su di lui ogni punto interrogativo e a far ricredere sul parquet i suoi detrattori. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy