La Virtus va a Cremona: sarà il “derby” dei fratelli Vitali

La Virtus va a Cremona: sarà il “derby” dei fratelli Vitali

Luca e Michele si sfideranno domenica in quel di Cremona. In una doppia intervista al QS, i due fratelli raccontano le emozioni di scendere in campo l’uno contro l’altro.

Uno è il capitano e leader della Vanoli Cremona, l’altro è una promessa del basket nostrano e della Virtus Bologna. Stiamo parlando di Luca e Michele Vitali, avversari domenica al Palazzetto Mario Radi e protagonisti di una doppia intervista rilasciata al QS. Sarà l’occasione per un abbraccio fraterno prima e dopo la partita, ma per tutti e 40′ di gioco i due saranno semplicemente avversari.

Aldilà di quello che succederà sul campo, sarà bello rivedersi. Sul parquet l’obiettivo resta comunque quello di vincere” ripetono entrambi. Un’emozione particolare lo sfidarsi in Serie A, soprattutto per Michele, il più giovane fra i due. “Per me Luca è sempre stato un esempio da seguire e una persona con cui confrontarmi per migliorare – confida l’esterno virtussino -. Lo reputo un leader, capace di trasmettere positività ed energia. E’ sempre pronto a metterci la faccia per la squadra, anche quando potrebbe non esporsi“.

Anche Luca ha parole al miele per il fratello : “E’ un esterno completo con un talento offensivo che ancora non è riuscito ad esprimere del tutto, ma che con il lavoro emergerà. E’ giovane e ha bisogno di fare esperienza. Chi vince l’uno contro uno? Per il momento ancora io, ma lui ha il vantaggio di una maggiore freschezza”. Michele è d’accordo, confrontando le diverse carriere dei due. “Devo ancora dimostrare tutto. Mio fratello ha già fatto tanto sia con i club che con la Nazionale: ha avuto la forza di rialzarsi anche quando la fortuna sembrava avergli voltato le spalle“.

E cosa succede se uno ruba palla all’altro? “Faccio subito fallo se non sono l’ultimo difensore, perché se lo lasci libero un canestro lo segna sempre. Basta che non mi schiacci in testa, altrimenti qualcuno potrebbe farsi male” dice sorridendo Luca. Michele invece sembra essere più intimorito dal fratello :” Ci può stare che perda palla con lui, ma dovrò stare attento perché non vorrei che accadesse”.

I due Vitali mettono da parte per un attimo l’amore fraterno e fanno un pronostico sul match di domenica. “Spero che vinciamo noi, anche se non sarà facile. La Virtus viene dalla vittoria con Avellino ed è una squadra sottovalutata. Ha un potenziale notevole, nonostante l’assenza di Ray” spiega Luca. “Dobbiamo cercare in tutti i modi di conquistare il primo successo in trasferta. Cremona è una squadra forte e la sua posizione in classifica non mi sorprende” afferma Michele.

Padre e madre saranno presenti a Cremona, per non perdersi una sfida tanto importante per la famiglia Vitali. “Saranno orgogliosi di noi, non capita tutti i giorni di vedere i propri figli su un stesso parquet di Serie A. Per chi faranno il tifo? Per entrambi ovviamente” le parole del fratello più esperto. Michele racconta però un particolare: “C’è un rituale con i nostri genitori. Devono sostenere maggiormente chi gioca in casa, ma questo non vuol dire che saranno contro di me“.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy