La Virtus si muove sul mercato, subito un pivot

La Virtus si muove sul mercato, subito un pivot

La strategie della Virtus è incentrata sulla programmazione. Un filo lega le tappe fondamentali di questa estate di lavoro, lavoro che si pone come obiettivo principale quello di lanciare le V nere sempre più vicino alle prime.

Per ridurre il gap con le prime della classe si è partiti dalla ricerca degli sponsor. Fatto. Saclà e Obiettivo Lavoro garantiranno alla Virtus ben 800mila euro, budget che servirà ad aggiustare e a mettere a posto un bel po’ di situazioni. Oggi verrà presentato l’accordo trovato appunto con Obiettivo Lavoro (main sposnsor). Il presidente Villalta, insieme ad Alessandro Ramazza, il numero uno della società leader nel settore del lavoro interinale, presenterà e spiegherà i dettagli dell’accordo di sponsorizzazione.

Intanto si è lavorato anche all’ideazione della campagna abbonamenti, campagna che verrà svelata domani. I prezzi saranno leggermente ritoccati verso l’alto, complici i tagli effettuati l’anno passato, ma si spera e si conta fortemente sull’appoggio del pubblico, fondamentale per la crescita dei bianconeri. 

Per cercare di dare una spinta ulteriore alla vendita degli abbonamenti e per dimostrare al pubblico che davvero il progetto Virtus è forte e concreto, la società sta cercando di piazzare il primo colpo di mercato in tempo brevi. Un lungo sarebbe la priorità assoluta. Non è semplice, soprattutto perché si cerca un americano, un cestista di livello, in grado di cambiare la dimensione del gruppo sotto canestro. La strategia della Virtus è quella di battere la concorrenza sul tempo, per evitare di trovarsi incastrati in aste in cui competere sarebbe molto complicato e troppo dispendioso. Ci si prova, senza patemi. In caso la caccia anticipata al centro non dovesse dare risultati, si aspetterà la Summer League, dalla quale arriveranno sicuramente l’ala e la guardia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy