La Fortitudo vola: sconfitta Treviso in gara 1

La Fortitudo vola: sconfitta Treviso in gara 1

I biancoblù trionfano in gara 1 di semifinale al Pala Verde di Treviso. Daniel e Italiano sugli scudi.

La Fortitudo ci crede, la promozione è possibile. Chiaro, il tabellone parla solo di semifinale ma la vittoria di ieri sera dei biancoblù a Treviso, nella riedizione di una delle sfide storiche del basket italiano, consegna al grande pubblico una squadra pronta ad andare alla caccia della promozione.

Avanti per 39 minuti su 40, la Fortitudo ha comandato Treviso dall’inizio alla fine, sfruttando tutti lati del campo e improntando una difesa dura, aggressiva, fisica. Decisivi Montano, Italiano e Daniel, tutti in doppia cifra. L’unico vero attimo di paura arriva quando sulle lancette mancano 8 minuti alla fine e Candi perde una banale palla che consente ai padroni di casa di ritornare a meno tre, ma è in quel frangente che spunta Italiana grazie ad una tripla siderale che ricaccia indietro i fantasmi.

Sul più sei a sette minuti dal termine, la Fortitudo controlla bene, gestendo liberi, cronometro e difesa. Treviso ha meno energie, di conseguenza meno precisione e nel finale sparacchia tiri dalla distanza senza meta. La Fortitudo così cementa una gara comandata dall’inizio, con un Daniel superlativo e comandante di un avvio di gara che per più di un quarto vede i biancoblù comandare. Solo un parzialino di 8-1 ad inizio secondo quarto fa rientrare in gara Treviso, ma la Fortitudo tira il gruppo con strappi di autorità, manco fosse Nibali. Da dietro arrancano, restano ancorati al gancio ma col destino già segnato di chi non riuscirà mai a mettere la ruota davanti a quella dell’avversario. 20 di Daniel, 15 di Italiano e 14 di Montano il tabellino degli scorer più pesanti. Domani gara 2, col fattore campo già ribaltato.

Boniciolli a fine gara: “Sono contento, ma non dobbiamo pensare che Treviso non reagirà. Per come siamo fatti so che non verremo qui a prenderne 30 e infatti torniamo per vincere. Sappiamo però che la serie può essere lunga, fino alla quinta. Questo non ci impedirà di venire qui per vincere ancora”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy