La Effe sogna le Final Eight, ma serve vincere le prossime cinque

La Effe sogna le Final Eight, ma serve vincere le prossime cinque

Nonostante le cinque vittorie nelle prime dieci giornate, tutte conquistate fra le mura amiche, che fossero quelle del Paladozza o del 105 Stadium, la Effe coltiva ancora un sogno: quello di centrare la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, in programma a marzo proprio a Rimini. Per farlo, la squadra di Boniciolli dovrà vincere le prossime cinque partite, per arrivare fra le prime quattro del proprio girone, missione difficile ma non impossibile.

Il filotto dovrà iniziare sin dalla prossima trasferta a Treviglio, squadra che si trova al penultimo posto della graduatoria. Un impegno però non da sottovalutare per Carraretto e compagni, alla ricerca ancora del primo blitz esterno. I ragazzi di coach Vertemati, infatti, hanno ottenuto quattro dei loro sei punti al PalaFacchetti e sono stati capaci di espugnare il campo di Verona.

Per quello che si è visto nelle ultime uscite, Treviglio dovrebbe utilizzare abbondantemente la difesa a zona, speculando sull’assenza di Flowers. Boniciolli sta preparando le contromosse, puntando su un suo vecchio assioma, che consiste nel pensare che la 2-3 si possa aprire coinvolgendo i lunghi. Ad un lavoro extra saranno chiamati chiamati quindi i vari Daniel, Italiano e Iannilli.

Il progetto di risalita delle Effe non può prescindere dai due punti in terra bergamasca. La sfida sarà un banco di prova importante per testare la maturità della squadra. Se dopo aver trasformato il Paladozza in un fortino, i biancoblù iniziassero a vincere anche in trasferta, per di più senza un americano, allora sognare non sarebbe vietato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy