L’ex Aldi: “Oggi come nel ’93, la Fortitudo può centrare la promozione”

L’ex Aldi: “Oggi come nel ’93, la Fortitudo può centrare la promozione”

Massimiliano Aldi, ora procuratore, fu uno dei protagonisti di quella Fortitudo che nella stagione 1992-1993 conquistò la promozione in A. Sono passati ventidue anni ma la speranza è che il campinato, oggi, possa concludersi come allora. 

L’ex cestista, molto soddisfatto del campionato disputato dalle Aquile, vede nella squadra un grande potenziale, espresso soprattutto dopo l’arrivo di Bonicciolli. “Ha strigliato la squadra e l’ambiente -spiega- con lui c’è stato un cambio di marcia. Ha fatto giocare il gruppo come una squadra di serie A”.

Allenatore competente e ottimi giocatori. La Fortitudo è una squadra che può contare su tanti elementi validi e su un sistema di gioco che esalta il gruppo. Aldi conosce bene Lamma e Carraretto e li considera la spina dorsale della squadra: “Sono due giocatori che nei playoff possono fare la differenza. Hanno la loro età ma non devono giocare 35′, il loro ruolo sarà quello di dare grande qualità e di cambiare faccia alla squadra quando entreranno sul parquet”.

Poi ci sono i giovani che, accanto a uomini di esperienza come Davide e Marco, stanno crescendo alla grande. “Montano è un giocatore eccellente -afferma Aldi- questa categoria a lui sta stretta. Anche Candi sta facendo belle cose, gioca molto per gli altri. Deve però ancora crescere, sia di stazza che in sicurezza”.

Anche la sua Fortitudo, come accaduto a quella odierna, cambiò allenatore in corso e questo, secondo il parere dell’ex Aquila, rafforzò tanto il gruppo. C’è solo un fattore che Aldi spera non si ripeta in questa stagione: “Noi conquistanno la promozione soffrendo, fu molto difficile. Spero non capiti anche alla squadra di Bonicciolli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy