Inopinata sconfitta Virtus a Cremona, la corsa playoff si complica

Inopinata sconfitta Virtus a Cremona, la corsa playoff si complica

di Tommaso Rocca

Continua il mal di trasferta per la Virtus Bologna sconfitta a Cremona 81-76 nella 26° giornata del campionato di serie A1 di Basket. Le V nere restano aggrappate all’ultimo posto nella corsa ai playoff raggiunte a 24 punti proprio da Cremona in attesa del posticipo di questa sera che vede Avellino ospitare la Giorgio Tesi Group Pistoia che al momento è due lunghezze sotto la Virtus e il tanto desiderato ottavo posto. Nella gara di ieri andata in scena al PalaRadi di Cremona i lombardi hanno sfruttato alcuni errori nella gestione degli ultimi possessi da parte dei bianconeri che erano riusciti a rientrare in partita dopo aver chiuso sotto di 13 all’intervallo, trovandosi addirittura con un possesso pieno di vantaggio sul 74-71 a 2’37” dall’ultima sirena dopo un gran canestro di Okaro White. Da quel momento in poi però la luce si spegne, Ray e Reddic perdono due palle sanguinose e gli errori dalla lunetta di Gaddy sono il canto del cigno per la squadra di coach Valli che in trasferta sembra subire un blocco psicologico (l’ultima vittoria è datata 01 Febbraio a Capo d’Orlando). Ieri i virtussini parevano in grado di rovesciare il trend che li vede trasformarsi negativamente nelle gare che si svolgono lontano dalle mura amiche dell’Unipol Arena, ma una volta raggiunta e superata la Vanoli Cremona non hanno avuto il killer istinct per chiudere la partita e i padroni di casa sono riusciti a compiere il controsorpasso decisivo guidati da un buon Vitali (11 punti con 7 assist e 7 rimbalzi e 2 recuperi) e da un discontinuo ma sempre fisicamente presente Ed Daniel che ha sfiorato la doppia doppia con 11 punti, 9 rimbalzi e +17 lombardo con lui in campo. Per le V nere da registrare le buone prove di Hazell, autore di 21 punti contornati da 5 rimbalzi, e di Juvonte Reddic, infallibile dal campo (3/3 da 2 e 2/2 ai liberi), +7 con lui in campo (migliore tra i bolognesi) ma autore di un fallo in attacco dopo un rimbalzo offensivo nel concitato finale che ha reso complicate e non di poco le speranze di vittoria della Virtus. Buona gara anche da parte del lottatore Mazzola (10 rimbalzi e 4 stoppate per lui) mentre non è stato all’altezza delle prestazioni a cui ci aveva abituato Allan Ray che ha tirato 6/18 dal campo con un 27% da 2 a testimoniare la giornata dalla mano freddina. A fine gara coach Valli, piuttosto contrariato ha dichiarato: “Abbiamo fatto tutto noi, in male, nel primo tempo e in bene nel secondo. Non esiste che ci si chiude la vena quando si va sotto e pensiamo di poter risolvere le partite da soli, e parlo nello specifico di Hazell e Ray, mentre quando siamo sotto di 20 pensiamo a fare le cose che sappiamo fare e giochiamo come una squadretta di bravi ragazzi. Quando capiremo che siamo dei bravi ragazzi e non dei ragazzi bravi forse sarà il momento in cui inizieremo a vincere partite come queste”. Restano ora 4 gare per la Virtus, nulla è ovviamente perduto ma Valli ha fatto capire che non c’è più margine d’errore se la squadra vuole raggiungere i playoff.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy