In seimila per la Virtus. Parola d’ordine “crederci”

In seimila per la Virtus. Parola d’ordine “crederci”

Nonostante il divario con Milano sia ampio, la parola d’ ordine in casa è Virtus è “crederci”. 

Ci credono i tifosi. Con ben seimila biglietti venduti il pubblico ha risposto all’ appello del club ed è pronto a sostenere la squadra nell’ impresa più difficile. Perché la gara di stasera è di quelle davvero toste, è la terza in cinque giorni e si affronta la formazione più forte dopo aver subito due pesanti ko. Ma poco importa. Vali e i suoi hanno giocato un campionato inaspettato, hanno guadagnato un accesso ai playoff che pochi potevano immaginare e hanno fatto divertire, per questo si meritano tutto l’ appoggio possibile.

Ci crede la squadra. L’ obiettivo è quello di portare la serie a gara 4, incontro che si disputerebbe sempre a Casalecchio. In campo andranno gli stessi scesi al Forum con le eccezioni degli acciaccati Fontecchio e Gaddy. Le condizioni dei due, non al top, verranno valutate nel corso delle prossime  ore. Quel che è sicuro è che la Virtus proverà, ancora una volta, a contrastare la fisicità di Milano.  Per farlo ha bisogno che sia Hazell che Ray non sbaglino niente. Solo con una precisione al tiro perfetta si può pensare di far vacillare il gigante rosso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy