I Kings pensano a Messina: potrebbe raggiungere Belinelli a Sacramento

I Kings pensano a Messina: potrebbe raggiungere Belinelli a Sacramento

di Tommaso Rocca

Tempo di bilanci di fine stagione per le franchigie NBA che non hanno raggiunto i playoff attualmente in corso e il cui epilogo si avrà la prima settimana giugno con le finals tra i campioni dell’est e quelli dell’ovest. Tra le deluse della stagione oltre a rinomate squadre come Los Angeles Lakers e Chicago Bulls anche i Sacramento Kings di Marco Belinelli, per la decima stagione consecutiva fuori dalla postseason. Ad inizio anno le prospettive della squadra californiana, pur con un roster nuovo e in fase di ricostruzione, erano sicuramente più alte rispetto ai risultati poi ottenuti sul parquet visti gli arrivi di importanti giocatori come Rondo e lo Belinelli oltre a un allenatore come George Karl, esperto e tra i dieci più vincenti di sempre per quanto riguarda la regular season NBA.

Proprio il rapporto tra coach Karl e la stella della squadra DeMarcus Cousins è stato travagliato e si è via via logorato durante la stagione come lo stesso Belinelli ha dichiarato in un’intervista: “Purtroppo non siamo riusciti a fare gruppo, Karl non voleva Cousins, Cousins non voleva Karl. Ho visto cose che non mi aspettavo di vedere, soprattutto dopo aver vissuto un’organizzazione perfetta come gli Spurs”. Come è facile intuire la prossima stagione il binomio Cousins-Karl non potrà essere riproposto e visto il super contratto e la difficoltà di trovare un acquirente per il centro classe ’90 proveniente dall’Alabama ecco che i Kings necessitano di trovare un altro allenatore. Voci fondate provenienti dagli States indicano in Ettore Messina uno dei favoriti per sedersi sulla panchina biancoviola. L’attuale commissario tecnico della nazionale italiana, accostato anche ai Lakers che però ieri hanno scelto Luke Walton, è ancora sotto contratto con gli Spurs dove è il vice di Gregg Popovich e dove sostituendolo in panchina per una gara lo scorso novembre quando “Popp” era indisposto è diventato il primo allenatore non nordamericano ad allenare e vincere una gara NBA. L’allenatore siciliano, ma da sempre legato a Bologna visti i successi con la Virtus con cui ha vinto due volte l’Eurolega oltre a 1 Coppa delle Coppe, 3 Scudetti e 4 volte la Coppa Italia, sarà ora impegnato nel torneo preolimpico con la nazionale italiana cercando di conquistare il pass per le Olimpiadi di Rio del prossimo agosto. Messina in nazionale troverà Marco Belinelli e chissà non gli possa chiedere informazioni riguardo la vita californiana e i Kings che sembrano aver molto talento ma non riescono mai ad esprimerlo a dovere e con continuità. Il lavoro che sta portando avanti coach Messina tra Spurs e nazionale azzurra è certamente impegnativo e se i Kings dovessero fare un’offerta, il tecnico ex Virtus di sicuro dovrebbe rivedere la sua agenda. Per questo non sembra una trattativa facile ma la voglia di Messina di potersi misurare al più presto da primo allenatore a Sacramento invece che continuare a fare il vice di Popovich chissà per quanti anni pur in una squadra da titolo come i San Antonio Spurs, potrebbe fare la differenza. Belinelli sarà sicuramente il primo sponsor per Ettore Messina e chissà che la coppia che quest’estate è pronta a far sognare gli italiani non possa ritrovarsi a settembre sulle coste della California.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy