Hazell: “Nessuno ha staccato la spina, la Virtus conquisterà i playoff”

Hazell: “Nessuno ha staccato la spina, la Virtus conquisterà i playoff”

Massima concentrazione in vista di un match delicatissimo. E’ il clima che si respira in casa Virtus, la quale, secondo il parere di molti, una volta raggiunto l’obiettivo salvezza avrebbe inconsciamente allentato la tensione incappando in due sconfitte consecutive.

Non è di questo parere Jeremy Hazell, cestista bianconero incontrato ieri al rinnovato campetto di piazza dell’Unità, il quale, tra un tiro a canestro sotto gli occhi dei bambini e l’altro, ha parlato del momento della sua squadra: “Nessuno ha staccato la spina – ha voluto sottolineare la guardia – Nessun obiettivo è stato ancora raggiunto. Noi andiamo in campo per vincere e per ottenere il massimo risultato possibile. Mancano sei giornate, vogliamo i playoff e vogliamo lottare per vincere dei trofei”.

Il primo esame già domani, contro Varese. L’avversario non è di quelli impossibili da battere, seppur provenendo da due vittorie nelle ultime quattro partite, ha alle spalle uno score non proprio positivo di 10 sconfitte. Si tratta comunque di un match non semplice, attorno alla squadra si è creata una certa pressione e la gara contro Varese potrebbe risultare decisiva, soprattutto in negativo. Una sconfitta sarebbe il segnale di una resa definitiva. 

Una vittoria invece, magari suggellata da una buona prestazione, ridarebbe quella bella prospettiva che era presente solo poche settimane fa, prima delle sconfitte contro Reggio Emilia e Avellino. Hazell tiene a sottolineare come la sua Virtus sia ancora viva, voglia i playoff, e voglia dimostrare di essere ancora lì con la testa e con il fisico: “Nessuno dice sarà facile, ma sicuramente non abbiamo mollato. Siamo in forma, ci alleniamo benissimo e siamo pronti per la partita con Varese”. Parla anche dell’episodio di Cento, con la scazzottata a vuoto di White durante l’amichevole, rassicurando su come il clima sia comunque tranquillo: “Nervosismo? No, non siamo nervosi , sono episodi che possono capitare. Può succedere ma finisce lì.”

La marcia di preparazione in vista della gara di domani prevede per oggi l’ultimo allenamento all’ Unipol Arena, l’ultimo di una settimana vissuta intensamente in cui si è lavorato sodo per preparare al meglio la gara, i bianconeri hanno bisogno di un segnale di vitalità e come conclude Hazell: “In casa non ci possiamo permettere passi falsi.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy