Fuochi: “Saputo è stato chiaro. Inzaghi? C’è della polpa dietro il nome”

Fuochi: “Saputo è stato chiaro. Inzaghi? C’è della polpa dietro il nome”

Le parole di Walter Fuochi a E’ Tv

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Punto sul basket e sul calcio per Walter Fuochi a Sportoday su E’ Tv. Ecco le sue parole.

Si parte dalla Effe: “Ero convinto che sarebbero state due partite equilibrate ed è stato così, la differenza l’ha fatta l’ultimo tiro, con Casale che due volte ha messo il tiro della vittoria mentre la Effe no. E’ 2-0 ma poteva essere 0-2, qualsiasi risultato poteva starci. Penso che la serie non sia finita e anche le prossime partite saranno più o meno di questo spartito. Il fattore campo? Esiste ed è importante, soprattutto per la Fortitudo è il sesto uomo”.

Sul Bologna: “Saputo durante la conferenza stampa finale è stato chiaro, non esaltante, e ci ha detto che parlerà sempre poco. Il divorzio da Donadoni galoppava già da tempo, forse prima delle ultime due sconfitte. Penso che i destini fossero scritti dall’inverno. Inzaghi? Mi pare intanto la ricerca di un nome, la piazza va saziata anche con questo. Pippo è stato campione d’Europa col Milan, un personaggio importante del calcio italiano. Non è uno sconosciuto. Da allenatore a Venezia ha fatto bene, direi che c’è anche della polpa c’è. Il bene sommo del Bologna è la permanenza in Serie A e questo va in conflitto con gli esperimenti in panchina. Forse l’approccio più tradizionalista di Inzaghi conta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy