Fortitudo, parla Boniciolli: «Vincere da favoriti è bestiale»

Fortitudo, parla Boniciolli: «Vincere da favoriti è bestiale»

Il coach triestino programma il prossimo campionato di A2: «Arriveranno tre innesti. Flowers? Andrà via»

Smaltita la delusione per la finale playoff persa con Brescia, Matteo Boniciolli si prepara a guidare ancora la Fortitudo. Il coach triestino ha già in mente la squadra per il prossimo campionato di A2. «Posso dire prima che avevo anche il piano per l’A1, sette confermati, Italiano ala piccola titolare e quattro americani? Beh, un po’ mi spiaceva – ha dichiarato l’allenatore triestino sulle pagine dell’edizione bolognese di Repubblica perché stoppava la crescita di Candi e Campogrande, che invece in A2 saranno centrali. Perché l’anno prossimo sarà tremendo: giocare e vincere da favoriti è bestiale, farlo da sorprese quasi diverte. Ci vorrà un lungo passo in più. Ruzzier play, Roberts guardia-ala e Gandini pivot? Ne arriveranno tre. Cerco un play importante. Se lo convinco, in famiglia, è lui, sennò è un casino. Anche perché i pochi giovani italiani che ci sono in giro li puntano tutti, da Milano in giù, e non mi stupirebbero corti serrate a Candi, cui io suggerirei di restare, a crescere davvero, in un ambiente ideale. Di cos’è Basket City, e la Fortitudo, ne parlo a tutti quelli che voglio prendere: non c’è gara, soprattutto con un posto da panchinaro in A1. Seguo anche Romeo, il ragazzo di Agropoli, proprio in quell’ottica che i giovani italiani bravi li cercano tutti». La trattativa per il play però non è stata ancora perfezionata. Se non arriverà Ruzzier si punterà su uno straniero. In questo caso la Effe dovrà rinunciare a Daniel. «Fuori Daniel, sì. Poi prendiamo una guardia che segni. E sia sana. Perché Flowers ha avuto i suoi guai, due tendini d’Achille saltati in due anni, io l’avrei tenuto lo stesso, ma quando la sua agenzia americana ci ha posto certe condizioni, prima e dopo la guarigione, non c’era più spazio per capirsi. Il terzo è un cambio per i lunghi. E siamo avanti con Gandini. Poi, Amoroso. Siamo vicini sui soldi, lo tengo volentieri, perché la gara 4 che ha fatto con Brescia è da giocatore illegale per la categoria. Poi, sì, in gara 5 non replica, perché ha 37 anni. Ma noi non ci andremo più a gare 5 così».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy