Fortitudo, il punto della situazione

Fortitudo, il punto della situazione

Il punto sulla situazione della Fortitudo

di Giacomo Bianchi

Settimana di lavoro per la Fortitudo, che dopo la vittoria contro Verona della scorsa settimana sta preparando la sfida di Trieste di domenica sera. L’ambiente in casa biancoblù è abbastanza tranquillo, e la vittoria contro la corazzata scaligera ha portato ulteriore serenità in uno spogliatoio che, nonostante le due sconfitte nelle prime due partite, è sempre rimasto unito. Non era facile portare a casa una vittoria così importante, ed è proprio da questa che bisogna ripartire. Trieste viene dal clamoroso +30 Imola, squadra che aveva battuto proprio gli uomini di Boniciolli all’esordio; risultato difficile da pensare alla vigilia,, anche perchè i friulani venivano da due sconfitte, una altrettanto pesante (altro -30, con soli 39 punti segnati) proprio contro Verona. Difficile quindi capire che squadra ci si troverà di fronte, ma è anche intuitivo sapere già da ora che non sarà una passeggiata. Si attende poi di sapere qualcosa di più anche sulle condizioni di Matteo Montano, al quale erano stati diagnosticati 10 giorni di stop alla vigilia della gara di mercoledì scorso contro Mantova. Teoricamente, il play bolognese potrebbe essere recuperato, ma probabilmente non sarà della partita per più di qualche minuto. Difficile saperne di più adesso, maggiori indicazioni verranno date nella conferenza stampa della vigilia di sabato mattina. Chi invece potrebbe essere all’ultima partita con la maglia biancoblù è Ivica Radic: il centro croato, tesserato ad inizio ottobre dopo l’infortunio di Daniel, non è mai sceso sotto i 16 punti in queste prime tre partite, con il picco di 24 contro Verona la settimana scorsa. La scelta della società sembra però improntata sulla conferma di Ed Daniel, potenzialmente un giocatore devastante per la categoria. Boniciolli ha detto che la decisione definitiva verrà presa proprio dopo la gara contro Trieste, e dunque bisognerà aspettare ancora qualche giorno per averne la conferma. Infine, come riporta oggi “Stadio”, sarebbero arrivate diverse offerte alla controllante “Bologna 1932” per comprare la società. Non si sanno i nomi dei possibili acquirenti, ma tra questi potrebbe essere coinvolto anche Gerardo Cuomo che nelle scorse settimane non ha certo negato il suo interesse per i biancoblù. Ma anche in questo caso, ci sarà da aspettare. Settimana di attesa, dunque, per i biancoblù, che tra campionato, mercato e possibili nuovi proprietari, aspettano di conoscere il loro immediato futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy