Fontecchio: “Gli errori mi pesano, c’è più pressione”

Fontecchio: “Gli errori mi pesano, c’è più pressione”

L’ala della Virtus parla del momento di difficoltà suo e della squadra.

Le sue percentuali sono uno dei problemi di questa Virtus fa tremendamente fatica a segnare. In assenza di Allan Ray, ci si aspettava di più proprio da elementi come Simone Fontecchio, precipitato a un 10/37 al tiro che preoccupa. L’ala è stata intervistata dal Corriere di Bologna: “Vorrei fare più canestro – ha ammesso Fontecchio – cerco di non abbattermi, di lavorare, di non forzare i tiri e di svolgere il mio compito in difesa. Mi alleno tanto al tiro e non vedere i risultati mi scoraggia. Cerco anche di attaccare il canestro ma il fatto che le mie percentuali dall’arco sono negative induce gli avversari a lasciarmi spazio per il tiro e non per la penetrazione”. Non è solo un problema di Fontecchio ma anche di squadra: “I momenti positivi e quelli negativi vanno affrontati allo stesso modo, con umiltà e senza disunirsi. C’è anche più pressione rispetto all’anno scorso in cui l’obiettivo era la salvezza”.

In tutto questo il ritorno di Ray sicuramente aiuterà i compagni: “La sua assenza ha pesato tanto, ci fa molto comodo averlo in campo nei momenti difficili della partita. Ci dà tranquillità in attacco ed è il nostro leader”. Poi c’è il discorso Pittman, la Virtus non riesce a sfruttare al meglio il suo lavoro: “Se lo serviamo bene, soprattutto in attacco, è un giocatore che può fare molto male. E’ bravo anche a riaprire il gioco e quando inizieremo a fare canestro si vedranno i frutti del nostro lavoro in preseason”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy