Fontecchio: ”C’è un po’ di pressione ma cercheremo di farci trovare pronti”

Fontecchio: ”C’è un po’ di pressione ma cercheremo di farci trovare pronti”

Tra un paio di settimane ricomincia la stagione per la Virtus e per Simone Fontecchio, reduce dai campionati under 20 con l’Italia della quale era capitano. L’esterno della Virtus è intervenuto sulle pagine del Carlino partendo innanzitutto dall’europeo under 20, i cui risultati non hanno  esattamente rispecchiato le aspettative: “Sapevamo di essere un gruppo con meno talento rispetto agli avversari e abbiamo provato a colmare quel gap con l’impegno. Se si esclude l’incontro con la Lituania, dove di fatto non siamo scesi in campo, per il resto ce la siamo giocata con tutti. Purtroppo abbiamo sbagliato la gara che non potevamo sbagliare.” Con l’eliminazione sono arrivate anche molte critiche, alcune delle quali rivolte a Simone, che era il capitano della squadra: “Le critiche non fanno mai piacere, ma fanno parte del gioco. – ha detto Fontecchio – Giocare in Italia ci ha aiutato molto ma è stato anche un elemento di pressione.”

Per quanto riguarda le scelte tattiche di Valli per la prossima stagione, si parla di un minutaggio inferiore per gli esterni e una conseguente competizione tra loro. A tal proposito: “Non so se le cose stanno proprio così. – ha detto Fontecchio – Avremo un centro vero su cui si concentrerà buona parte del gioco in attacco, mentre noi esterni saremo sempre chiamati a creare le situazioni migliori per la squadra. Ho visto le finali di serie A2 e mi sembra che anche Williams viaggi in questa direzione: non pensa alle sue statistiche ma si preoccupa di far giocare i suoi compagni. La stessa cosa vale per Vitali e Gaddy, per non parlare di Mazzola e Cuccarolo che l’anno scorso si sono sacrificati parecchio per la squadra.” Per quanto riguarda la prossima stagione Fontecchio conclude così: “Sicuramente c’è un po’ di pressione perchè l’anno scorso siamo andati bene e giustamente i nostri tifosi si aspettano una stagione sulla falsariga di quella precedente. L’inizio non è dei più semplici, prima giochiamo in casa con Venezia, poi andremo a Brindisi. Due squadre sulla carta più forti di noi. Cercheremo di farci trovare pronti”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy