Derby italiano in NBA: Beli batte il Gallo e i Kings si rilanciano

Derby italiano in NBA: Beli batte il Gallo e i Kings si rilanciano

di Tommaso Rocca

Dopo la sosta per l’All Star Game svoltosi a Toronto e la chiusura del mercato per quanto riguarda gli scambi tra le franchigie è ripartita l’NBA con gli ultimi due intensi mesi di regular season utili per conquistare un posto nei playoff. A Sacramento c’è stato tanto rumore per nulla: secondo alcune voci che circolavano nell’ambiente erano pronti con la valigia in mano prima il coach George Karl, poi la stella Cousins e a turno alcuni altri importanti giocatori come Gay, McLemore e anche Marco Belinelli. Alla fine tutti sono rimasti al proprio posto in una finestra di mercato che non ha visto nessun grande nome muoversi e dunque innescare una serie di trade in giro per la lega. Nella notte è andato invece in scena al Pepsi Center di Denver la sfida tutta italiana tra Belinelli e Gallinari, ovvero tra i Kings di “Beli” e i Nuggets del “Gallo”. L’hanno spuntata i biancoviola di Sacramento che alla fine hanno portato a casa la vittoria per 114-110 al termine di una gara divertente ed equilibrata fino all’ultimo.

Tra i protagonisti del match oltre al solito Cousins (39 punti e 9 rimbalzi) per i Kings, i due azzurri capaci di mettere in campo prestazioni solide e convincenti. Gallinari, e non è una novità è stato il miglior realizzatore per Denver con 17 punti coadiuvato da Will Barton (17 anche per lui) e un solido Nicola Jokic (13 punti e 13 rimbalzi). Per Sacramento invece oltre al già citato Cousins buone prestazioni anche per Rudy Gay (16 punti e 10 rimbalzi), per l’israeliano Casspi (14 punti e 9 rimbalzi) e Belinelli, al rientro dopo un’operazione ai denti che ha messo a referto 9 punti in meno di venti minuti compresi 2 decisivi nell’ultimo quarto per tenere a freno la rimonta dei Nuggets. Con questa vittoria, la terza di fila, i Sacramento Kings si rilanciano in ottica playoff dove ora sono a tre vittorie dall’ottavo posto, che è l’ultimo che da diritto a giocare la post season, attualmente occupato dagli Utah Jazz. Per i Denver Nuggets di Danilo Gallinari invece la sconfitta di ieri è probabilmente l’ultimo segno di resa della squadra del Colorado, che arriva da tre sconfitte e vede ora i playoff molto distanti, addirittura a 7 vittorie. I due italiani, gli ultimi rimasti in NBA dopo che nei giorni scorsi Bargnani ha rescisso il suo contratto con i Brooklyn Nets ed è ora alla ricerca di una nuova squadra, si sono salutati amichevolmente prima e dopo la partita nella quale si sono anche marcati in alcuni frangenti. La sensazione, nonostante il sogno playoff per i Kings resti ancora vivo, è che i due avranno nell’obiettivo principale della stagione quello di portare l’Italia alle Olpimpiadi di Rio attraverso il torneo “pre-olimpico” che si svolgerà a Torino la prima settimana di Luglio. Gli azzurri dovranno avere la meglio su formazioni di valore come Grecia e Croazia e per nostra fortuna i due italiani dell’NBA in quell’occasione vestiranno la stessa canotta con la stessa voglia di rivincita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy