Crespi: “Boniciolli saprà tirare fuori il meglio dalla squadra”

Crespi: “Boniciolli saprà tirare fuori il meglio dalla squadra”

Marco Crespi ha da poco firmato con la Scaligera Verona, che guiderà per la prossima stagione in A2. Sulle pagine di Stadio, l’ex Siena ha parlato, senza sbilanciarsi su eventuali pronostici, del prossimo campionato di A2, che vedrà la Fortitudo e la stessa Scaligera Verona nello stesso girone: “Questo campionato non può essere in alcun modo paragonato a quello dell’anno scorso, soprattutto dal punto di vista qualitativo. – ha detto Crespi – E’ un campionato a 32 squadre, dove ci sono presenze storiche e di grande tradizione, in cui i valori emergeranno alla distanza, quindi a maggior ragione anche valutazioni e pronostici lasciano il tempo che trovano.” Parole di stima poi per Boniciolli e per la Fortitudo: “La Fortitudo non è solo una società di pallacanestro, è un modo di essere. Forse è la squadra che in questi anni ha dimostrato di avere a tutti i livelli la più grande partecipazione di pubblico. Boniciolli è stato assoluto protagonista di tutti i percorsi che ha fatto, e anche a Bologna ha illuminato il sentiero della Fortitudo con competenza e qualità, dando un’identità alla squadra. Può contare su un gruppo rodato quindi sono sicuro che anche quest’anno saprà tirare fuori il meglio dai suoi ragazzi”. Fondamentale per l’approdo di Crespi alla Scaligera Verona è stata la chiamata del ds Gianluca Petronio: ”Mi ha convinto a mettermi in macchina per incontrare lui e il responsabile dell’area tecnica Giorgio Pedrollo. Quest’ultimo mi ha convinto perchè mi ha fatto capire che c’è un’idea molto precisa e ambiziosa, che mi vede come motore principale. Per il momento è solo un accordo annuale, ma le premesse per cominciare bene ci sono tutte”. Infine non si sbilancia sulle reali ambizioni di classifica della sua squadra poiché molte squadre sono ancora in via di definizione: “Da come ci si sta muovendo sul mercato vedo molto interesse a creare basi solide su cui operare. E’ il caso della Scaligera ma anche della Fortitudo che ha già una buona struttura e che può contare quindi su una dorsale affidabile. Il resto è okay se avviene per lente sovrapposizioni, una ricetta questa che dovrebbe ispirare le scelte di tutti anche perchè consentirebbe di evitare sorprese. La fretta, o la demagogia, anche nel basket, sono state sempre cattive consigliere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy