Cazzola: “Come è possibile che non si trovi un imprenditore per la Vu?”

Cazzola: “Come è possibile che non si trovi un imprenditore per la Vu?”

Le parole di Alfredo Cazzola

Intervista sul Corriere di Bologna per l’ex patron del Bologna e della Virtus Alfredo Cazzola. Chi meglio di lui può analizzare la situazione societaria di una squadra caduta in disgrazia dopo decenni di successi e trionfi.

“Quest’anno c’è stata la tempesta perfetta – ha affermato Cazzola – sono venute meno tutte le componenti che di solito fanno girare la macchina sportiva. Nella storia della Virtus sono stato l’unico proprietario responsabile su tutta la linea mentre Porelli era sostenuto da un gruppo di imprenditori, entrambi i metodi hanno funzionato. Non è necessario un uomo solo, ma se c’è un pool di imprenditori il comando deve essere definito”.

Gli viene chiesto come mai tra l’imprenditoria cittadini non si è riusciti a trovare qualcuno che potesse risollevare le sorti di un club glorioso come la Virtus: “In città ci sono 15 aziende che hanno un fatturato tra 1 e 20 miliardi. Trovo inconcepibile che non si trovi un imprenditore che, all’interno dei propri bilanci come ho fatto io, sia disposto a rilevare una società come questa”. Tra i possibili investitori, Cazzola esclude comunque categoricamente il proprio nome: “Escludo un mio coinvolgimento. Devo dire comunque che è un dispiacere vedere questa profonda divisione all’interno della città, oltre alla tristezza per la retrocessione ieri si è aggiunta anche quella di sapere che a Bologna qualcuno brindava ed era felice”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy