Bottai chiede 230mila euro alla Virtus

Bottai chiede 230mila euro alla Virtus

Secondo quanto riportato dal Corriere di Bologna, l’ex amministratore delegato della Virtus, e ora consigliere d’amministrazione del Bologna, Piergiorgio Bottai avrebbe chiesto 230mila euro di danni alla Virtus Bologna. La faccenda è nota, siamo nel periodo della penalizzazione inflitta al club per ritardo nei pagamenti di ritenute e contributi, i consiglieri (Villalta, Marchesini e altri) decidono di dimettersi facendo decadere il cda, poi il consiglio di indirizzo della Fondazione ne costituisce uno nuovo senza Bottai. Evidentemente la società riteneva l’amministratore delegato responsabile per quel meno due, fino a tal punto che si era addirittura arrivati a pensare ad una causa legale. Alla fine non se ne fece nulla. Bottai, invece, in quel periodo era molto attivo sul fronte Bologna, tant’è che spesso si è fatto notare a fianco di Saputo e Tacopina nei colloqui con l’amministrazione comunale. Dopo un anno, Bottai ha deciso di tornare alla carica chiedendo i danni. Toccherà al nuovo cda della Virtus affrontare questa delicata situazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy