Bianchini: «Derby di Bologna? Qualità minore rispetto al passato, ma resta la grande rivalità»

Bianchini: «Derby di Bologna? Qualità minore rispetto al passato, ma resta la grande rivalità»

L’ex coach sul ritorno del derby sotto le Due Torri: «Un grande evento per i fortitudini, i virtussini invece potrebbero anche snobbarlo»

L’ex coach di Fortitudo e Virtus Valerio Bianchini ha parlato del ritorno del Derby di Bologna, che l’anno prossimo andrà in scena in A2. Non un grande momento per Basket City. «Non ci sono più i soldi, i proprietari e i grandi giocatori di una volta – ha dichiarato il tecnico lombardo al Corriere di Bologna. Ma un grande patrimonio resta, ed è la fortissima rivalità. Il mondo cambia rapidamente, ma quel sentimento non cambierà mai. Sul piano tecnico saranno derby di livello minore rispetto a quelli del passato, ma sempre derby sono, quindi credo saranno ugualmente accesi. Di certo la base del tifo Fortitudo li vivrà come un grande evento. Il tifo Virtus, più aristocratico, non lo so, forse potrebbe anche snobbarlo». Sulla prossima A2. «Non ci saranno grandi campioni in campo – continua Bianchini – ma ci sarà la passione della gente, la Fossa e tutto il resto». Ci sarà Boniciolli. «Un eccellente allenatore, prodotto di una scuola classica, quella triestina. Ma a me colpisce perché è anche un eccellente comunicatore. I suoi timeout sono uno spasso. Recita? Forse sì, ma tutti noi che abbiamo fatto questo mestiere recitiamo una parte. E se ti mettono un microfono sotto il naso e una telecamera di fronte, devi stare al gioco».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy