Belinelli in versione “stufa”, ma a Miami i Kings non passano

Belinelli in versione “stufa”, ma a Miami i Kings non passano

di Tommaso Rocca

Altra sconfitta in questo inizio di giro ad Est per i Sacramento Kings di Marco Belinelli che vedono allontanarsi il treno playoff e che questa volta soccombono in casa dei Miami Heat dei redivivi Chris Bosh e Dwayne Wade per 116-109. La gara giocata all’American Airlines Arena ha visto la franchigia della Florida comandare le operazioni per tutto il corso della sfida, rintuzzando i tentativi di rimonta di Sacramento guidati da Rudy Gay e da un Marco Belinelli che ha trovato una gran serata al tiro. Per il bolognese alla fine saranno 23 punti a referto (massimo di squadra e personale stagionale) con 5/10 da tre punti e 8/9 dalla linea del tiro libero; una prestazione dunque di tutto rispetto che però non è bastata ai Kings per raggiungere una vittoria che avrebbe potuto significare molto per il cammino futuro dei californiani.

Senza Cousins ancora in non perfette condizioni e con un Rudy Gay costretto ad uscire nel finale del terzo quarto ci hanno provato “Beli” con l’aiuto di Rondo (18 assist per lui) e dell’israeliano Omri Casspi (visto ai recenti europei contro l’Italia) a portare la gara dalla parte di Sacramento ma la maggior organizzazione difensiva ed il talento in attacco di due vecchi volponi del parquet come Bosh (23 punti e 11 rimbalzi) e Wade (24 punti e 6 assist) hanno permesso agli Heat di portare a casa la vittoria. Troppe le palle perse per Sacramento (18, contro le 7 di Miami) per poter pensare di vincere una gara equilibrata che si è decisa anche grazie all’apporto difensivo, in cui i Kings devono ancora migliorare molto. La lotta per i playoff a Ovest è sempre più serrata ed al momento i Sacramento Kings non paiono in grado di poterne farne parte visti i troppi alti e bassi che vivono anche all’interno di una stessa gara, mentre in gioco a tutti gli effetti sono rientrati i Denver Nuggets di un Danilo Gallinari che ormai si sta ergendo tra i top player dell’intera lega. Per il “Gallo” che al momento sta viaggiando a 18.5 punti e oltre 5 rimbalzi di media i complimenti di compagni avversari ormai non si contano più e Denver se lo coccola facendo un pensierino ai playoff, con un Gallinari così tutto può succedere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy