Ancora un tiro da 4 affonda la Effe: uno a zero per Brescia

Ancora un tiro da 4 affonda la Effe: uno a zero per Brescia

Sconfitta per i biancoblù nella gara 1 di finale con Brescia. Ancora una volta è un tiro da 4 ad indirizzare il finale, ma la Fortitudo è ancora viva.

Non è stato Danilovic, ma il figlio di un ex conoscenza cestistica: Alibegovic. E’ lui a siglare un altro tiro da 4 che, di fatto, condanna la Effe. E dire che i biancoblù potevano comunque scavalcare nel finale, ma prima Daniel e poi Amoroso non hanno concretizzato ciò che pareva scritto dopo aver rimontato anche da meno undici sul 46-35 e, successivamente, dal 61-52. Non è il calcio che presenta la regola del gol sbagliato gol subito, ma effettivamente la Fortitudo ha sbagliato quello che di solito non sbaglia.

Per i padroni di casa sugli scudi dunque Alibegovic (25 punti) e Hollis 17, nella Effe in doppia cifra solo Carraretto, Montano e Amoroso. E’ mancato Daniel, solo 8 punti, mentre Candi si è speso tanto in difesa su Fernandez mettendolo ripetutamente in difficoltà. Se entrasse qualche tiro in più la serie può svoltare. E’ anche il pensiero di Boniciolli: “Sono soddisfatto perché ho avuto conferme – ha affermato il coach – non abbiamo segnato i tiri per girare l’inerzia, ma non credo ricapiterà. Nella mia testa questa partita è finita in parità”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy