Boniciolli: “Non siamo più in DNB. Per vincere dobbiamo dimostrare di essere migliori degli avversari”

Boniciolli: “Non siamo più in DNB. Per vincere dobbiamo dimostrare di essere migliori degli avversari”

Risolta la questione della sentenza Drucker, è tempo per Boniciolli di guardare avanti e di fare il punto della situazione a circa un mese e mezzo dall’inizio della preparazione. Andiamo a vedere le parole del coach, che presenta subito quello che sarà un cambiamento rispetto alla scorsa stagione: “Quest’anno saranno i miei assistenti Lopez e Politi a presentare gli avversari prima delle partite. Io parlerò dopo la gara e se e quando ci saranno dei problemi”. Detto ciò Boniciolli passa ad un’analisi accurata sulla preparazione svolta: “Dopo un mese e mezzo di lavoro molto impegnativo e molto buono era giusto tirare una riga. – ha detto il coach – In questo roster solo Flowers e Carraretto, in carriera, avevano affrontato una preparazione così lunga e dura. Cominceremo il campionato con Imola. Questo rinvio servirà un po’ ad attutire l’impatto della preparazione, anche se eravamo pronti a giocare. Lo svantaggio di frenare questa spinta emotiva, sarà compensato dal vantaggio di avere piu tempo per inserire meglio Radic, un giocatore eccellente”. “La squadra – prosegue Boniciolli – adesso è un po’ provata, ma era giusto riempire i serbatoi per quella che sarà una Parigi-Dakar piuttosto dura. Siamo lontani dalla migliore condizione, ma l’esperienza, su questo aspetto, mi dà molta sicurezza. Sappiamo dove vogliamo arrivare, ma sappiamo anche che ci sono degli altri.” Su quest’ultimo aspetto in particolare si sofferma il coach, cercando di far capire alla squadra che sarà un campionato di un altro livello rispetto a quello passato: “Nel primo torneo di precampionato abbiamo preso subito una sberla che ci ha ricordato che non siamo più in DNB, ma in due categorie superiori. Qui i successi non arriveranno perchè in qualche modo vinceremo, perchè siamo la Fortitudo, ma solo perchè dimostreremo di essere migliori degli avversari. E la concorrenza è agguerrita, Bresca e Verona sono le favorite nel nostro raggruppamento”. Boniciolli prosegue poi con un plauso al preparatore Raoul Parisi: “Abbiamo svolto un eccellente preparazione anche grazie all’ottimo lavoro di Raoul Parisi. Abbiamo avuto un solo infortunio, a Ed Daniel, caduto sul piede di un avversario nella penultima di precampionato. Il preparatore ha lavorato benissimo e con grande sintonia con lo staff tecnico nel modulare i carichi”. Infine, conclude Boniciolli: “Credo che vinceremo partite inaspettate, che ne perderemo altre che ci aspetteremmo di vincere, ma credo anche che abbiamo una grande fortuna: la società ha deciso di puntare su un nucleo di giocatori che mi ricordano la mia esperienza nella Stefanel Trieste, quando prendemmo elementi di B1 portandoli poi fino alla soglia della finale scudetto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy