Cuomo desta clamore, la risposta della casa madre Fortitudo

Cuomo desta clamore, la risposta della casa madre Fortitudo

Un’intervista rilasciata da Gerardo Cuomo alla trasmissione Sport Club su E’tv sta producendo molto scalpore all’interno dell’ambiente Fortitudo. L’imprenditore del tabacco ha dichiarato esplicitamente il suo interesse per l’Aquila affermando: “Dal 3 novembre disporrò nuovamente di circa 150 milioni di euro. Da quella data potrei comprare la Fortitudo”. Tuttavia, prosegue Cuomo: “Se danno ragione alla FIBA, diventa impensabile acquistare, perchè non solo potrebbero saltarmi addosso creditori come giocatori e fornitori, ma anche il Comune per il Palasport”. Cuomo ha parlato anche del suo rapporto con la giustizia, affermando: “Sono 38 i giudici che finora mi hanno assolto e ho passato un’agonia lunga 16 anni che si è risolta con una assoluzione per non aver commesso il fatto, dopo aver fatto due anni e mezzo di carcere e aver subito danni economici pesantissimi”. Cuomo, come riporta Stadio, ha poi sostenuto anche di aver parlato con Lamma, il quale gli avrebbe detto che per fare il salto di categoria sarebbero necessari un nuovo allenatore e due nuovi giocatori. Queste dichiarazioni dell’imprenditore tuttavia stanno dividendo i tifosi dell’Aquila, alcuni infatti sono favorevoli all’ingresso di Cuomo, altri invece sono contrari a causa dei suoi trascorsi. Sulla questione si è espresso anche il presidente Giancarlo Tesini della Sg Fortitudo, che ha commentato così le dichiarazioni di Cuomo a Stadio: “Oggi abbiamo avuto consiglio. Il nostro interlocutore è l’attuale proprietà. Quella di Cuomo ci è sembrata una sparata, un’iniziativa personale di un personaggio che non conosciamo”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy